Un’isola digitale al Parco Spina Azzurra, nasce a Buccinasco la biblioteca all’aperto

Sono iniziati i lavori per realizzare l’area relax in mezzo al verde dove leggere e utilizzare dispositivi elettronici con wi-fi libero

Buccinasco (23 settembre 2021) – Una biblioteca all’aperto al Parco Spina Azzurra di Buccinasco, un luogo con sedute, panchine, zone relax dove poter leggere, studiare, lavorare al computer e utilizzare i propri dispositivi elettronici, persino proiettare un film. 
Nei giorni scorsi, nell’area verde dell’ex Glicine (di fronte al parcheggio antistante la Cascina Fagnana), sono iniziati i lavori per realizzare il progetto di una vera e propria isola digitale: uno spazio attrezzato, progettato con piccole architetture articolate, minuscoli salotti urbani dove svolgere attività culturali, didattiche, ludiche e sportive connesse al tempo libero, alla natura e alla salute. Il termine dei lavori è previsto entro la fine dell’anno. 

“Si tratta di un progetto ambizioso – spiega il sindaco Rino Pruiti – che vorremmo riproporre eventualmente in futuro anche in altri parchi e spazi aperti del nostro comune. Con un arredo urbano di grande qualità, molto funzionale, rimarchiamo la vocazione verde di Buccinasco legandola alla cultura, tecnologica e letteraria, quale elemento intergenerazionale: un luogo di relax o anche di lavoro per tutte le età, aperto a chi non rinuncia mai alla tecnologia (con il wifi libero e la possibilità di connessioni USB ed elettriche protette) e a chi ama leggere un buon libro e solo fare due chiacchiere all’aria aperta”. 

L’AREA PER L’ISOLA DIGITALE 
Il luogo scelto è strategico: immersa in uno dei parchi più frequentati dalle famiglie, l’isola digitale sorgerà proprio nell’area davanti alla Biblioteca comunale e non lontano dall’Auditorium Fagnana, dalla scuola secondaria di primo grado, la Scuola Civica di Musica Alda Merini, lo Sportello Lavoro, la sede della Tutela Minori e il Centro Diurno Disabili, luoghi di cultura, educazione e socialità. 

IL PROGETTO 
Il progetto per la realizzazione di un’isola digitale nel Parco Spina Azzurra ha preso avvio dall’individuazione di un elemento originale e finito, una matrice caratteristica e caratterizzante, che in declinazioni differenti può svolgere funzioni diverse e complementari. È il pipe/point, un tubo cavo (uno scatolare modulare di produzione industriale pensato per la connessione di sottoservizi urbani), di dimensioni adatte a ospitare almeno un paio di persone sedute e un piccolo scaffale. Il tubo matrice è stato poi suddiviso in parti e ognuna ha assunto una propria vita autonoma – un tavolo, una panca, una chaise longue, un salotto una pergola e un piccolo cinema –  oppure, raggruppandosi con altre, ha dato forma a strutture più complesse e articolate. 

Il progetto ha individuato sette elementi singoli e una composizione: un pipe/point, dotato al suo interno di un espositore e di una panca in acciaio zincato a caldo e verniciato a fuoco; una panca, dotata di uno schienale in acciaio zincato a caldo e verniciato a fuoco; un tavolo; una chaise longue, dotata di un rivestimento sagomato in acciaio zincato a caldo e verniciato a fuoco; un salotto, dotato di due panche opposte in acciaio zincato a caldo e verniciato a fuoco; un cine-mini, dotato di un piano di proiezione e una panca in acciaio zincato a caldo e verniciato a fuoco; una pergola; la composizione: un tavolo, una panca e una pergola. 

Un vialetto curvilineo fungerà da raccordo tra i percorsi esistenti e la nuova isola digitale. Prevista anche una corona circolare per connettere le singole postazioni. 

Progetto Isola digitale: Allegato formato  pdf  Scarica 

Ufficio stampa Comune di Buccinasco 

4 commenti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.