Prolungamento Metropolitana 4 a Buccinasco? Milano, la Regione Lombardia e la Città metropolitana non lo vogliono

Buccinasco 20 settembre 2022 – Tra pochi giorni saranno aperte le prime fermate della  Metropolitana 4 a Milano, siamo quindi nei tempi previsti, una grande opera che collegherà entro il 2023, l’aeroporto cittadino di Linate con la stazione ferroviaria di San Cristoforo. Treni modernissimi, automatici senza guidatore, un convoglio ogni 90 secondi, intersecando tutte le altre linee della MM e il passante ferroviario.

Come sapete la M4 arriva già fisicamente a Buccinasco (zona pianeta verde Via Per Buccinasco) con il suo deposito che ha all’interno decine di binari, edifici, uffici, mense, officine etc. etc. , nei confine del Parco Agricolo Sud Milano che ha autorizzato questo immenso ed invasivo intervento di cementificazione del verde esistente per interesse pubblico.

Milano è una città che, negli ultimi 10 anni, si è molto sviluppata al suo interno, dotandosi di un potenziamento dei mezzi pubblici di ogni tipo (car sharing, bike sharing, monopattini…)  e creando quartieri moderni ed eleganti, ma solo per chi ha i soldi, tutti gli altri, piano piano, sono costretti a migrare sempre più verso la periferia e verso i comuni di prima fascia.

Lo slogan della Giunta Milanese è:  “la città dei 15 minuti“, ovvero tutto raggiungibile in 15 minuti, si, ma solo se abiti dentro la cerchia dei navigli o vicino ad una fermata della MM, per tutti gli altri i tempi sono indefiniti, Inoltre, vi è un pericolo evidente nel modello di ‘città dei quindici minuti‘: quello dell’autosufficienza degli spazi urbani, da allontanare con convinzione per evitare il rischio di una deriva auto segregativa ed esclusivista che è già in atto.

Per noi “poveri” di Buccinasco, con la carenza storica di mezzi pubblici (GESTITI IN ESCLUSIVA DA ATM DI MILANO), in certi orari non ti sposti per nulla se non hai un mezzo proprio, ma attenzione! Tra poco non entreremo nemmeno a Milano con le nostre auto, dal 1 ottobre scatta area B e , se hai un euro 4 o 5, NON ENTRI PIU’. Milano ha previsto degli incentivi economici per chi cambia l’auto, ma ovviamente devi essere residente a Milano.

Milano è sempre più “milanocentrica“, la città metropolitana (la ex compianta provincia che funzionava benino) non conta nulla.

Sono stati fatti studi di fattibilità da MM SpA che dicono che il prolungamento servirebbe, sarebbe utile, è consigliato! Lo stesso Politecnico di Milano dice che il prolungamento a Buccinasco dovrebbe essere la priorità rispetto a qualsiasi altro prolungamento metropolitano.

Sono stati fatti incontri, spesi dei soldi pubblici, adeguati i piani regolatori e i documenti di programmazione che la legge prevede, persino la Regione Lombardia è favorevole – a parole – al prolungamento ma poi… poi nulla! Solo chiacchiere.

La Giunta di Milano, la Città Metropolitana e la Regione Lombardia, concretamente non vogliono che la M4 arrivi a Buccinasco e Corsico, la cosa incredibile è che non ci dicono nemmeno il perché

Dal 2015 mi batto senza tregua per poter avere una fermata la dove già arriva il treno. Non smetterò mai di combattere per questa giusta causa.

Rino Pruiti
Sindaco Buccinasco Italia
(Europa?)

4 commenti

  • Anonimo

    In epoca remota avevo chiesto perché per pochi chilometri la linea 47 non arrivasse alla Chiesetta.. I sindaci dal 1980 in poi mi hanno riferito che il comune di Milano, interpellato, nemmeno li riceveva e non prendeva in considerazione la richiesta. Noi avevamo un’impresa privata che effettuava un “servizio” di collegamento, non faccio commenti in merito, vorrei vedere le lettere e le richieste. Ho già indicato a Pruiti che le “mappe” in possesso del comune di Milano, per ricerche da me fatte, corrispondono ancora a quelle “Teresiane” dove Buccinasco è situata “dopo” la tangenziale mentre Romano Banco è situato proprio dove c’é il palazzo comunale. Vogliamo dare un’occhiata? Qualcuno mi vuole smentire? La posizione sulle mappe è fondamentale, per anni ATM ha considerato Buccinasco “comune di seconda fascia” perché non risultava confinasse con Milano. Col noleggio biciclette, quando sarà costruito il ponte che collegherà San Cristoforo con noi, potremo andare finalmente a prendere la metropolitana sotto la pioggia, con la “scighera” (nebbia determinata dal Naviglio), tenendo il bambino legato alla schiena e magari anche la cartella, perché la metropolitana non la si prende sempre da soli, portando i pacchi degli acquisti. Auguri a tutti! Tiziana

  • Dario Ascari

    Nessuno degli studi preliminari che ci sono stati presentati per il prolungamento mi ha soddisfatto; sono stati verosimilmente redatti da tecnici poco familiari con la zona e/o con poco budget.
    Non sono nemmeno soddisfatto della soluzione attuale, in quanto non rappresenta una soluzione fruibile per i paesi adiacenti, ma solo per i residenti del comune di Milano: la fermata di capolinea è in mezzo al caseggiato lungo il Naviglio, e, al momento, non sembrano pianificati collegamenti ad ampie vie di scorrimento, ma solo alla viabilità locale. Strada già congestionata oggi, anche senza metro. Stesso discorso vale per il parcheggio di interscambio: non risulta pianificato alcun autosilo in prossimità del capolinea. Parcheggio in zona fermata già impossibile oggi, anche senza metro.
    E se invece la soluzione fosse qualcosa di diverso, più leggero in termini di costi e di impatto, e soprattutto realizzabile in poco tempo? Inizialmente pensavo ad un semplice filobus, ma mi sono imbattuto in questo filmato, e ho pensato che forse è quello di cui abbiamo bisogno, non solo per la tratta Buccinasco-M4, ma anche per una ipotetica linea M2-M4-M1, o altre… Non sembra fantascienza, pare addirittura che sia già realtà!
    https://www.weforum.org/agenda/2022/09/trackless-trams-help-revitalize-suburbs

  • gm

    Per una corretta informazione, la zona B sarà interdetta ai veicoli a benzina euro 2 e diesel euro 4 e 5.

  • Dario, mi sa che non hai presente e non conosci questo territorio

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.