Buccinasco Più, perché i lavori di bonifica sono fermi?

L’intervento finanziato da Regione Lombardia riguarda 7 zone da mille metri quadrati (in tutto 7 mila su 63 mila totali di spazio verde): in tre celle il materiale è già stato prelevato e smaltito. Più problematico lo smaltimento dal terreno delle quattro celle contenenti frammenti di amianto, gli impianti chiedono ulteriori analisi

Buccinasco (2 settembre 2021) – Come mai i lavori di bonifica ambientale del quartiere Buccinasco Più sono fermi? Lo domandano i residenti del quartiere di via Guido Rossa dove l’Amministrazione ha avviato il grande intervento per il recupero delle aree verdi sequestrate e confiscate a seguito dell’interramento di rifiuti con il movimento terra gestito da soggetti riconducibili alla ‘ndrangheta

I lavori sono interamente finanziati da Regione Lombardia (2 milioni e 400 mila euro) e comportano la bonifica di 7 celle da mille metri quadrati ciascuna (in totale 7 mila metri quadrati), su una superficie verde totale di 63 mila metri quadrati
Una volta recuperato e smaltito il materiale presente e sostituito con terra buona, si potrà valutarne il riutilizzo con piantumazioni e un’area con attrezzature sportive e ludiche. 

Perché i lavori sono fermi?
Ad oggi sono stati completati gli scavi e lo smaltimento del materiale presente nel terreno per tre celle. Per il riempimento si attende l’autorizzazione di ARPA Lombardia (Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente) a cui spetta il collaudo dello scavo. Non appena avvenuto il collaudo, le celle saranno riempite con terra buona e saranno pronte per il riutilizzo. 

Nelle altre quattro celle sono state trovate tracce di amianto e al momento sono in corso ulteriori analisi in modo che si arrivi a una selezione puntuale dei materiali e capire in quali impianti di smaltimento autorizzati (pochissimi nel Nord Italia) smaltirli. Il cantiere è fermo ma si sta lavorando senza sosta per riprendere il prima possibile la rimozione del terreno da sostituire

E la piazza? 
È in corso la progettazione esecutiva per la riqualificazione della piazza di via Guido Rossa, secondo le indicazioni dei cittadini che hanno partecipato al sondaggio dei mesi scorsi. Si prevede di assegnare i lavori entro la fine del 2021 e procedere con l’intervento nel 2022

“Risale al 2009 – ricorda il sindaco Rino Pruiti – la scoperta dell’interramento dei rifiuti, con il conseguente sequestro e confisca dell’area su cui pesano sentenze penali definitive e l’intervento di soggetti legati alla criminalità organizzata. Tutta la comunità di Buccinasco ne paga il prezzo, soprattutto i residenti, di cui comprendo la frustrazione. Solo nel 2017, con questa Amministrazione, si è trovata finalmente una soluzione e grazie alla tenacia di uffici e amministratori abbiamo ottenuto anche il finanziamento regionale per la bonifica: stiamo lavorando con impegno e serietà tra mille difficoltà burocratiche e la massima attenzione per il corretto svolgimento di ogni passo”. 

25 commenti

  • Paolo Colombo

    Beh non è molto simpatico che ci sia ancora dell’amianto, può essere nocivo?
    Sarebbe il caso di eliminarlo con una certa urgenza, che non mi pare di vedere……

  • Paolo Colombo

    Beh non è molto simpatico che ci sia ancora dell’amianto, può essere nocivo?
    Sarebbe il caso di eliminarlo con una certa urgenza, che non mi pare di vedere……

  • Paolo Colombo, ma va?

  • Paolo Colombo

    Caro sindaco, sono sempre stato un suo sostenitore, però mi sembra che spesso nelle sue risposte e nei suoi comportamenti ci sia un po’ troppa presunzione.
    Avevo chiamato anni fa, quando era sindaco il centro destra, per avere sostegno sugli intollerabili schiamazzi notturni e mi era stato risposto che non era una questione politica…….
    Adesso i lavori sul terreno di Buccinasco più sono fermi da lungo tempo, si scopre che c’è l’amianto ,e la risposta è : paolo Colombo ma va?
    Va beh , se questo è il massimo…..

  • Eh fa irritare Paolo, perché stiamo bonificando secondo lei? Per sport? Certo per togliere amianto dal terreno. Dopo 12 anni e centinaia di articoli pensavo fosse chiaro.

  • Paolo Colombo

    E sulla prima parte della mia mail, sugli schiamazzi notturni?
    Mi ricordo che avevo trovato comprensione e disponibilità solo dal sindaco Cereda
    Poi non se ne fece nulla per i miei egregi condomini di allora……

  • Cereda quello condannato in via definitiva? Stiamo dando una decina di sanzioni a sera…

  • Paolo Colombo

    Va beh, siete , o siamo, sempre i migliori
    Chissà perché allora la cosa che riesce meglio alla sinistra è quella di perdere e di dividersi……
    Però siamo sempre migliori degli altri…….

  • Paoloio non c’entro nulla con la sinistra e siamo completamente fuori argomento, rimanga nel merito, io sono un amministratore pubblico vero, non un politico

  • Paolo Colombo

    Avevo già scritto, ma non vedo….
    Le riconosco assolutamente di essere un ottimo amministratore pubblico, e mi scuso per le osservazioni non pertinenti

  • Anonimo

    Certo che con quel “ma va?” e ” per sport”, il primo cittadino nn eccelle in tecnica di comunicazione né in empatia.

  • Esattamente Olivia, sono d’accordo con lei, io non sono un politicante come ne abbiamo tanti a Buccinasco, non prendo in giro, non dico bugie, sono utile. Poi se volete qualcuno simpaticissimo che lascia il quartiere così per i prossimi decenni… avanti! BASTA VOTARE CHI NON HA MAI FATTO NULLA DI BUONO. LI SENTITE ? STANNO ARRIVANDO… CORAGGIO!

  • Paolo Colombo

    Beh sindaco, in effetti Olivia dice una cosa vera, concordo sul fatto di essere utile e di non prendere in giro nessuno ( cosa che le ho riconosciuto), però un po’ più di empatia a livello umano non guasterebbe…. ( tipo dare un riscontro alla mia precedente mail, scuse comprese)
    Io poi non sto aspettando proprio nessuno….

  • Eh Paolo, purtroppo o per fortuna io sono come sono. Di sicuro sono stati 18 mesi di “empatia” con chi si è ammalato, con chi ha perso familiari e amici o con chi moriva di fame… diciamo che a me basta così

  • Maurizio

    Sindaco, mi pare di capire dalle sue informazioni che passerà altro tempo prima di vederci sistemati (lo spero).
    Allora perché dare dei tempi di fine lavori, quando neppure voi sapete esattamente (malgrado i carotaggi e parole rassicuranti) quale materiale (vedi amianto) si trova
    sotto il terreno destinato a bonifica.So che lei ha fatto e sta facendo molto, ma mi scusi dopo 12 anni non sappiamo ancora quando tutto questo finisce!!

  • Maurizio,
    Il finanziamento regionale, ottenuto miracolosamente e con molto impegno dalla mia amministrazione, ha un progetto preciso e degli appalti in corso. I tempi che abbiamo dato sono certificati, non sono stati dati a caso, infatti doveva essere già tutto finito. 3 celle , ovvero 3.000 mq , sono stati ripuliti e si potranno “liberare”. 4 celle, ovvero 4.000 mq. Contengono piccole frazioni di cemento amianto, non è una sorpresa, tutto previsto, quello che non potevamo prevedere è il diniego delle discariche che prima avevano dato ok, ora bisogna trovarne altre, magari più lontane.

    Io passo passo ho sempre detto la verità in totale trasparenza, vorrei chiudere questa situazione prima della fine del mio mandato, anche perché non sappiamo chi vincerà le elezioni di aprile.

    Continuerò a fare il possibile fino all’ultimo giorno, ci proviamo , speriamo di risolvere

  • Anonimo

    Io sono e sarò sempre con lei.

  • Paolo

    Anche io, nonostante differenze di ” empatia “…..

  • Sindaco ci sono novita’ sullo smaltimento delle 4 celle? Grazie.

  • Anonimo

    Sindaco ci sono novita’ sullo smaltimento delle 4 celle? Grazie.
    Roby

  • Si è ripreso a lavorare ma ancora non si sa dove smaltire il materiale contenente amianto

  • Anonimo

    Buongiorno sindaco , ci sono aggiornamenti ? Grazie Roby

  • Roby, ancora no, stiamo procedendo a concludere il lavoro

  • Sindaco si può sapere esattamente dove si trovano i 63.000 mq chre non verranno bonificati?

  • Serena, è tuto il verde intorno q.re Buccinasco più, tranne i 5000 mq. sparsi a mavcchia di leopardo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.