Buccinasco, perché tagliamo gli alberi? (rispieghiamo!)

In questi giorni sono in corso alcuni abbattimenti di esemplari arborei oggetto di verifiche specifiche durante lo scorso autunno/inverno sulle aree sensibili del territorio al fine di scongiurare incidenti 

Buccinasco (21 maggio 2021) – Buccinasco ha un enorme patrimonio verde, con oltre 54 mila alberi nei parchi urbani e nelle aree di forestazione. 

Perché allora tagliamo gli alberi? Lo abbiamo spiegato tante volte, lo ripetiamo
.
 
Sono in corso alcuni abbattimenti di esemplari arborei, oggetto di verifiche specifiche durante lo scorso autunno/inverno sulle aree sensibili del territorio al fine di scongiurare incidenti

Purtroppo sono sempre più frequenti eventi meteorologici di forte entità che sollecitano in modo estremo gli alberi presenti in ambito urbano. Molti dei soggetti presenti sul territorio sono grandi esemplari spontanei di specie autoctone spesso a fine ciclo vitale

Il Pioppo nero, in particolare
, è la specie autoctona e spontanea più presente che ha caratteristiche specifiche che lo rendono spesso pericoloso in ambiti antropici, pertanto questa specie è stata una di quelle più soggetta a verifiche che spesso hanno dato, nostro malgrado, esiti negativi.

“L’approccio del Settore Ambiente e in generale dell’Amministrazione – spiega il sindaco Rino Pruiti, assessore ad Ecologia e Tutela ambientale – è decisamente conservativo ma lo scopo primario deve essere SEMPRE LA SICUREZZA PUBBLICA E LA TUTELA DEL BENE COMUNE. Tramite gare pubbliche abbiamo incaricato professionisti specializzati per verifiche e analisi: l’abbattimento diventa necessario se i risultati delle verifiche classificano gli alberi in classe di propensione elevata di cedimento o di rischio. In molti casi si è deciso di monitorare gli esemplari per diversi anni e procedere con potature di alleggerimento (sono state centinaia nell’ultimo anno), ma oltre un certo limite il rischio diventa troppo elevato”. 

“Gli abbattimenti – prosegue il sindaco – sono stati compensati attraverso diversi interventi: solo nel mese di febbraio sono stati piantati 174 alberi e 400 arbusti nell’area ecotonale tra le via Salieri e Rovido e oltre 500 arbusti e 20 alberi nell’area ecotonale di via Cadorna mentre nel mese di novembre si sono arricchite di 300 alberi e arbusti le aree verdi di via Vivaldi e via Emilia. Non sempre ripiantiamo negli stessi siti, proprio per evitare il ripresentarsi di situazioni a rischio o non idonee. Lavoriamo seriamente e con grande attenzione e amore per l’ambiente che rende Buccinasco così bella e unica: è davvero logorante leggere polemiche e dover impegnare gli uffici a rispondere a chi mette in dubbio il lavoro di professionisti incaricati non con lo scopo di abbattere ma per verificare e aiutarci a prevenire situazioni di pericolo. Amo la mia città e amo gli alberi. E ho il dovere di tutelare la sicurezza dei cittadini”.

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.