#Buccinasco “La mafia tra noi”, incontro al Falcone-Righi

Il sindaco Rino Pruiti questa mattina, insieme ai colleghi del territorio, ha partecipato alla presentazione dei progetti realizzati dagli studenti del corso di Grafica e Comunicazione e del corso di Informatica e Telecomunicazioni 

Buccinasco (22 maggio 2021) – Alla vigilia del 29° anniversario della Strage di Capaci, all’Istituto Falcone-Righi di Corsico si è svolto l’incontro “La mafia tra noi” a cui ha partecipato anche il sindaco Rino Pruiti, insieme ai colleghi di Assago, Cesano Boscone, Corsico, Gaggiano e Trezzano sul Naviglio, invitati dalla dirigente Maria Vittoria Amantea. Presenti anche don Massimo Mapelli, referente Caritas della nostra zona, i volontari di Libera Masseria di Cisliano e Gianluca Vitali, presidente della Commissione antimafia del Comune di Corsico.

Durante l’incontro sono stati presentati i progetti realizzati dagli studenti del corso di Grafica e Comunicazione e del corso di Informatica e Telecomunicazioni. 
Gli studenti del progetto “Agenzia Pubblicitaria” del corso Grafica e Comunicazione hanno sviluppato due bozzetti per murales dedicati alle vittime innocenti di mafia, mentre gli studenti della classe 5B Informatica hanno realizzato un sito web dinamico che permette di individuare i beni confiscati sul nostro territorio attraverso mappe geo localizzate, con la descrizione della destinazione d’uso. 
Il sito: http://web.iisfalcone-righi.edu.it/beniconfiscati/ 

“Questa mattina – ha detto il sindaco di Buccinasco Rino Pruiti – percepisco e faccio mia l’emozione per un evento e progetti che non hanno eguali e sono molto importanti per il nostro territorio. A Buccinasco negli ultimi anni abbiamo scelto di vivere un confronto permanente sul contrasto alle mafie. Abbiamo un bene confiscato ogni mille abitanti e tutti i gli immobili sono utilizzati con progetti sociali gestiti da associazioni o dedicati all’emergenza abitativa. È un segnale importante della vittoria dello Stato ma non basta. L’iniziativa di oggi e i progetti degli studenti sono un passo avanti: avete il merito di averci regalato uno strumento per progredire in maniera diversa e coinvolgere la cittadinanza che attraverso il vostro sito dinamico e aggiornato potrà conoscere i beni confiscati e la loro storia”. 

“Non esiste un vaccino contro le mafie – ha concluso il sindaco Pruiti – ma ci sono gli anticorpi: sono le amministrazioni con la schiena dritta, chi fa testimonianza sul territorio, i giornalisti che rischiano in prima persona, le forze dell’ordine e soprattutto la società responsabile, siete voi ragazzi. Questi anticorpi funzionano. Oggi ne introduciamo uno nuovo”. 

Il video dell’evento di oggi: 
https://www.youtube.com/watch?v=0IhUraAxQBA 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.