Buccinasco Abbonamenti ATM studenti, tutte le informazioni (aggiornamento 31 agosto)

L’Amministrazione comunale conferma il rimborso di 73 euro, MA il rilascio delle tessere deve essere richiesto direttamente ad ATM, NON in Comune. Per richiedere la compensazione per gli abbonamenti non usati durante il lockdown, consultare il sito di ATM ed effettuare la procedura (non si fa in Comune) 

Buccinasco (31 agosto 2020) – Anche per il prossimo anno scolastico, l’Amministrazione comunale di Buccinasco conferma il contributo agli studenti sull’abbonamento annuale ATM: agli studenti sarà rimborsata la somma di 73 euro e per ottenerla è necessario trasmettere alla mail economato@comune.buccinasco.mi.it il modulo di richiesta rimborso (da scaricare in allegato), accompagnato dalla ricevuta di pagamento dell’abbonamento. 

Attenzione! Rispetto agli scorsi anni c’è una differenza: la tessera e il titolo di viaggio dovranno essere acquistati DIRETTAMENTE DA ATM (anche on line), NON IN COMUNE. Solo successivamente si potrà trasmettere il modulo di richiesta rimborso. 
Non sarà rinnovata infatti la convenzione per il rilascio delle tessere ATM (con la rideterminazione delle tariffe dei titoli di viaggio dello scorso anno non risultano riduzioni per i cittadini di Buccinasco). 

Per informazioni, rivolgersi all’Ufficio Economato: tel. 02 45797358-224

LE COMPENSAZIONI DEGLI ABBONAMENTI non usati durante il lockdown possono essere richieste fino al 31 ottobre 2020 e utilizzate fino a dicembre 2021 compreso, seguendo la procedura indicata sul sito di ATM al seguente link:

https://www.atm.it/it/ViaggiaConNoi/Abbonamenti/Pagine/guida_compensazioni_full.aspx 

Si precisa che la richiesta va affettuata esclusivamente ad ATM, seguendo le indicazioni on line. Il Comune non effettua le compensazioni. 

 

 Modulo richiesta rimborso ATM studenti

Allegato 49.00 KB formato pdf Scarica 

2 commenti

  • Guido Labici

    Sindaco Egregio, nella Sua lungimiranza,

    se siamo alla ricerca di un senso profondo per la nostra vita, le relazioni, il lavoro, rappresenta il bisogno più fondamentale che ogni essere umano cerca consciamente o inconsciamente di soddisfare. Riuscire a costruire una narrazione logica e coerente della propria vicenda esistenziale, sentirsi utili agli altri, capaci di fare la differenza, consapevoli di operare in vista di un fine che riteniamo giusto e degno di valore; sono questi gli elementi che ci aiutano ad attribuire significato alle nostre azioni.

    Quindi:
    a quando un rimborso per chi va al lavoro, o a scuola, prettamente in bicicletta??

  • Chiedere Giuseppe conte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.