Ordinanza Sindaco Rino Pruiti Buccinasco: “una nuova ordinanza che azzera al minimo la mobilità sul territorio comunale” #coronavirus

La nuova ordinanza del sindaco

Cadute nel vuoto le continue raccomandazioni, il primo cittadino di Buccinasco oggi ha stabilito divieti più restrittivi per gli spostamenti: chiusi parchi e giardini, NO passeggiate/corse (consentite solo dalle 5 alle 7 e dalle 23 alle 24, da soli), sosta nelle aree cani per 10 minuti, spesa a cura di un solo componente della famiglia

Buccinasco (19 marzo 2020) – RESTIAMO A CASA. Ora non abbiamo più scuse: il sindaco di Buccinasco Rino Pruiti ha firmato nel primo pomeriggio di oggi un’ordinanza urgente indicando ulteriori prescrizioni e DIVIETI in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

“Troppe persone in queste settimane – spiega il sindaco Rino Pruiti – hanno ignorato le nostre raccomandazioni e le prescrizioni del decreto. Abbiamo visto ragazzi nei parchi e nei prati, i nastri attorno ai giochi tagliati, coppie o più persone insieme a fare la spesa, passeggiate di gruppo. E intanto i contagi aumentano e aumentano le persone positive e in quarantena che dobbiamo assistere. Finché non capiremo che occorre restare a casa, l’emergenza non finirà e questo brutto periodo andrà avanti con il rischio di non avere più le risorse e i posti disponibili negli ospedali. Da oggi quindi tutto vietato, anche le passeggiate solitarie (se non in pochi orari indicati). Mi dispiace ma siamo costretti a farlo per il bene di noi tutti”.

Ecco i contenuti:

CHIUSURA DI PARCHI E GIARDINI

NO ALL’UTILIZZO DELLE PANCHINE SU TUTTO IL TERRITORIO COMUNALE. VIETATO SEDERSI.

NO A STAZIONAMENTI NELLE AREE PUBBLICHE E/O PRIVATE A USO PUBBLICO, ad eccezione delle aree in prossimità dei supermercati. QUINDI SONO VIETATI I RITROVI: SI STA A CASA.

DIVIETO DI UTILIZZO DI PISTE CICLABILI, STRADE CAMPESTRI E PODERALI (si possono usare per andare in farmacia o a fare la spesa, non per il “tempo libero”)

SVOLGIMENTO DELL’ATTIVITÀ MOTORIA E SPORTIVA ESCLUSIVAMENTE DALLE ORE 5 ALLE ORE 7 E DALLE 23 ALLE 24, DA SOLI (MAI IN COPPIA O IN GRUPPO).

Potranno passeggiare senza limitazioni di orari le persone con disabilità gravi, con un solo accompagnatore.

LIMITAZIONE DI ACCESSO ALLE AREE CANI: i proprietari dei cani dovranno utilizzare SOLO l’area più vicina alla propria abitazione e sostarvi per un massimo di 10 MINUTI. Potranno entrare TRE PERSONE PER VOLTA, ognuno con il proprio o i propri cani.

OBBLIGO DI FARE LA SPESA A CURA DI UN SOLO COMPONENTE DELLA FAMIGLIA.

Attenzione! Chi non rispetta l’Ordinanza, sarà denunciato penalmente all’Autorità Giudiziaria ai sensi dell’art. 650 del Codice Penale (Chiunque non osserva un provvedimento legalmente dato dall’Autorità per ragione di giustizia o di sicurezza pubblica o di ordine pubblico o d’igiene, è punito, se il fatto non costituisce un più grave reato con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a 206 euro).

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

34 commenti

  • Molto bene. Ne approfitto per consigliare vivamente a tutti i cittadini di Buccinasco di andare a fare la spesa una sola volta la settimana per tutelare la salute dei lavoratori dei supermercati . Non è tollerabile che ci si rechi al supermercato per comperare poche cose di cui si può fare anche a meno perchè si espongono i lavoratori all’interno del supermercato ad un rischio molto elevato di contaminazione da virus data l’elevata frequenza di compratori che potrebbero rifornirsi una sola volta la settimana. Non si va al supermercato a farsi il giretto solo perchè a casa ci si annoia …questo comportamento è intollerabile e incivile.

  • Anonimo

    Premettendo che non lavoro in un supermercato, concordo appieno con Roberto; vedo anziani andare a fare la spesa per acquistare solo pane e latte.

  • Maurizio Ciocca

    Molto bene grazie al Sindaco e alla giunta

  • Vittorio Femminella

    Concordo assolutamente con le disposizioni del sindaco. Ci sono persone incomprensibilmente ribelli alle regole più ovvie. !!!

  • enrico quaglia

    Finalmente!Gli Italiani non sanno rispettare le leggi né conoscono l’educazione civica. Aime’ abbiamo ancora bisogno del pugno di ferro e pugno di ferro sia.

  • Anonimo

    Sanzionare quelli che non rispettano le regole non tutta la cittadinanza.
    Una breve passeggiata nel rispetto delle regole non solo non danneggia nessuno ma non può che far bene sia al fisico che al morale mettendoci magari in condizione di poter aiutare chi ha bisogno.

  • Non decide lei per fortuna nostra

  • SOPRAVVIVE SOLO CHI SI ADEGUA IMMEDIATAMENTE AL CAMBIAMENTO…..E RISPETTA LE REGOLE…..!!!

  • RobeNORD

    Rino: ma cosa aspettiamo a mettere l’ ESERCITO per strada? Come in China.
    Chiama il Prefetto subito, visto che la Lamorgese ha detto che dipende da prefetto a prefetto ….

    Prefetto? SVEGLIAAAA….l’esercito dipende dal Ministro Difesa (non dell’Interno) e fa capo a Mattarella !!!!!
    STUDIATE, STUDIATE, capre di ROMA !!!!! Arriveranno i morti anche a Roma…preparatevi !

  • Matteo

    Speriamo che questi provvedimenti bastino e non debba intervenire l’esercito come il governatore Fontana auspica.
    Forse lui ha già intuito che di incivili siamo pieni fino al collo. Chi lo sa…

    Secondo i dati raccolti in forma aggregata dalle celle telefoniche, si sposta ancora il 40% degli italiani… Anziani che continuano ad uscire quotidianamente per andare in posta o per prendere il pane, adulti e adolescenti indisciplinati che con la chiusura dei parchi pubblici si aggregano in quelli condominiali e privati, e altre peripezie che in tempi di pandemia solo del buon black humor potrebbe sfornare.
    Se nemmeno con provvedimenti penali e camion carichi di bare si ottiene una reazione, cosa rimane a salvarci da noi stessi?

    GRAZIE sindaco, comune, volontari, operatori sanitari e chi è in prima linea in questi momenti difficili.

  • Maurizio Ciocca

    Bravo sig Sindaco sono pienamente d’accordo con lei e mi ritengo fortunato a “poter” stare in casa Grazie

  • VV

    Egr. Sindaco

    La nuova ordinanza del ministero della Salute recita:
    “attività motoria in prossimità della propria abitazione”. Fantastico. Ancora norme non chiare e definite come la situazione invece richiede.
    “Prossimità??” E’ infatti un concetto soggettivo. Mi immagino quindi un fine settimana con persone in giro, esattamente il contrario di quello che viene chiesto da ogni parte; Sua,e del governo.
    Lo stesso che attraverso questa ordinanza consente alle persone, (maniache a tutti i costi della corsetta, sfortunatamente non poche) di contribuire alla diffusione del contagio.

    Serve un altro “giro di vite da parte Sua.

  • vale la mia ordinanza

  • Vittorio Femminella

    Concordo pienamente con Roberto relativamente alla frequenza della spesa. Io sono andato quindici giorni fa e penso di riuscire a stare in casa ancora 15 giorni prima della prossima spesa. Per quanto riguarda i maniaci della “corsetta”, la maggior parte dei quali probabilmente prima non lo era, dico che è da stupidi uscire di casa con questo pretesto: dobbiamo rassegnarci a farci crescere un po’ di “pancetta”. Non è un dramma in confronto ai pericoli, per noi e per gli altri, che si creano uscendo di casa. Lo afferma uno che era abituato a fare 60 vasche in piscina quasi tutti i giorni !!!
    Bisogna essere capaci di creare un nuovo equilibrio fisico e psicologico STANDO IN CASA.

  • Anonimo

    SOPRAVVIVE SOLO CHI SI ADEGUA IMMEDIATAMENTE AL CAMBIAMENTO…..E RISPETTA LE REGOLE…..!!!

    Ma per favore!

    Quando i “Buoi untori sono già scappati dal recinto??” E si sono sparpagliati per tutta la Penisola?

    Abbiamo un numero indicibile di medici, dottori, infermieri infettati negli Ospedali, e studi medici.

    Chi per disgrazia viene ricoverato in nosocomio senza il virus, ne viene infettato. Si spiegherebbero così alto numero dei morti in queste sedi. e negli ospizi

    Gli untori involontari sono stati i medici e infermieri nei pronto soccorsi. E per essi, la propagazione ai civili

    Ci si spera a non infortunarsi!

    Popolo Bue!

    Non sono più “Le Onde che uccidono!”

    No! No!

    Ma Le indecisioni e l’incapacità e il pressapochismo, i tentennamenti di chi ci governa, che a sottovalutato questa pandemia fin dall’inizio, e con loro le direzioni di tutti gli ospedali italiani.

    R.i.p.

  • Anonimo

    Ci ricordiamo tutti, quando il nostro Presidente del Consiglio “Giuseppi” ai giornaloni ed in Tv” diceva felice come una pasqua:

    “SIAMO PRONTISSIMI! Abbiamo approntato tutti i protocolli di prevenzione possibili e inimmaginabili!”

    Ora lo vada a ripetere, mettendoci la faccia, nelle corsie degli ospedali di Bergamo, Lodi, Brescia, Parma: senza posti letto, senza mascherine,senza respiratori, senza medici, infermieri……solo morti, morti, bare, funerali, forni crematori

    “Stringiamci a coorte,
    Siam pronti alla morte.
    Siam pronti alla morte,
    Giuseppi chiamò.

  • scusi Anonimo
    21 Marzo, 2020 at 17:07….ma non mi è chiaro cosa propone Lei di fare in questi giorni di CORONAVIRUS…a parte ovviamente di non finire all’ospedale e in un Pronto Soccorso….cosa notoria e ovvia dall’inizio contagio a tutti Noi di Buccinasco…..

  • Anonimo

    Dist.Sig. Roberti,
    Non abbiamo più tempo.
    E’ troppo tardi.

    “Il BIG BEN” ha detto STOP!

    MERITIAMO L’ESTINZIONE!
    Continuo a sostenere che ci vuole anche L’ASTEROIDE!
    Solo da qui potremo rinascere.

    Ossequi

  • VV

    Dove sono finiti tutti i medici dell’Omg ” i medici senza frontiere,” che accorrevano e soccorrevano gli immigrati?

    Adesso che non ci sono più i Giornaloni e tv internazionali a incensare il loro lavoro.

    Sono tutti scomparsi??

    O stanno alacremente lavorando negli ospedali di Bergamo, Brescia, Cremona, in incognito, a fare quello che dovrebbero fare, prestando fede al giuramento d’Ippocrate??

    A saperlo

    TORNATE IN CORSIA CAZZO!!!

  • Max

    Solamente una struttura della grande distribuzione presente anche sul ns territorio, ha la possibilità di assumere per aumentare la sua filiera per sostenere la spesa on line, anche quella si chiama solidarietà, ma sembra che al momento non ci senta, guardando le immagini sull’intero territorio milanese.
    Ricordiamoci delle distribuzioni alternative, presente sul ns territorio e nella vicino Assago quando questo tragico evento dell’infezione epocale che sta cambiando le Ns vite, cancellando la generazione dei Ns anziani , sarà respinto definitivamente.

    Coraggio di cambiare

  • Vittorio Femminella

    Bisogna smetterla di fare polemica e critiche su argomenti comunque opinabili. Indipendentemente dal nostro parere, dobbiamo essere capaci di obbedire a chi ha la responsabilità di governo (sia locale che centrale) ed “è costretto a prendere delle decisioni difficili” che in questo momento possono essere impopolari, ma che, io credo, sono prese nell’interesse comune. Invece emergono continuamente personaggi che gridano di avere la verità in mano per una forma di esibizionismo patetico.
    E’ chiaro che possono esserci delle incertezze in chi deve prendere delle decisioni, ma dobbiamo accettarle come una componente umana che si manifesta a qualsiasi livello.
    Questo commento è diverso dal precedente (il software Akismet me lo rifiuta considerandolo già pubblicato)

  • Vittorio Femminella

    Bisogna smetterla di fare polemica e critiche su argomenti comunque opinabili. Indipendentemente dal nostro parere, dobbiamo essere capaci di obbedire a chi ha la responsabilità di governo (sia locale che centrale) ed “è costretto a prendere delle decisioni difficili” che in questo momento possono essere impopolari, ma che, io credo, sono prese nell’interesse comune. Invece emergono continuamente personaggi che gridano di avere la verità in mano per una forma di esibizionismo patetico.
    E’ chiaro che possono esserci delle incertezze in chi deve prendere delle decisioni, ma dobbiamo accettarle come una componente umana che si manifesta a qualsiasi livello.
    Questo commento non è un commento duplicato, è diverso dal precedente (il software Akismet me lo rifiuta considerandolo duplicato)

  • Max

    Il personale con reddito di cittadinanza potrebbe tranquillamente aiutare la struttura comunale e non solo, anche la filiera alimentare, la distribuzione delle mascherine
    Ma non conosco le dinamiche/normative e chi ha potere decisionale in tal senso.
    Cordialità

  • Anonimo

    Sindaco, dal mio balcone vedo più volte al giorno, gli stessi padroni con il cane al seguito
    Ma dove CAZZO vanno tutti sti cani? Avanti e indietro.

    Possibile che hanno tutti la prostata infiammata come i loro padroni??

  • Matteo

    Anonimo 24 Marzo, 2020 at 16:26, l’apoteosi del buon cittadino che io vedo dal mio balcone riguarda COPPIE che portano a spasso il cane. Non sarà mica il cane che porta a spasso loro?
    Magari un inasprimento futuro delle imposte sui cani non potrebbe che far bene alle casse dello stato nei momenti difficili.

    Dopotutto ormai, con grande tristezza, il cane è sempre più trattato come un bene di svago che un essere vivente il cui diritto al libero arbitrio è vagamente considerato.

    Ma piacerà davvero al nostro amato Fido o Fufi vivere tra le nostre quattro mura cittadine, fare i bisogni a comando e scorazzare con guinzaglio alla gola e cappottino attraverso cemento, palazzoni, di tutto e di più fuorchè tra i suoi simili? A me fa riflettere, ma capisco quanto la sensibilità di ognuno sia diversa.

  • Anonimo

    Sindaco, suggerirei di fare dei controlli giornalieri. Ad esempio al parco in via della Costituzione, dietro le case di via degli Alpini: a volte qualche furbetto che va in bicicletta o a passeggio c’è.

  • Consiglierei agli anonimi e non qui sopra , visto ce del buon tempo ce l’hanno, di aprire un libro e provare a leggerlo….invece di stare alla finestra a guardare cosa fanno gli altri con i loro cani…..!!!

  • Anonimo

    Sindaco, quando s’alzeranno in volo i droni promessi? a controllare con più facilità il territorio dagli sciammannati menefreghisti delle ordinanze Comunali, dalla canea nei parchi, dai vandali che danneggiano i giochi per i bimbi e panchine, dalle azzardate sfide automobilistiche sulle nostre strade etc..etc…??

    La nostra Polizia Locale sarebbe liberata in grossa parte dagli oneri di controllo, per dedicarsi a cose più fattive.

    Mi raccomando droni, con un paio di missili in dotazione!

  • Anonimo

    Di questi tempi di corona virus, dopo quasi un mese agli arresti domiciliari coatti, dove tra ancora un po’ buona parte di noi, andrà fuori di testa; tanto che, nel tentare di rilassarci, siamo costretti a farci, le “canne” con i broccoli; (mancando di materia prima.)

    A quel tal pseudointellettualsignore “de’ noantri,” che legge i libri; tra l’uno e l’altro, gli consiglierei invece di fare qualche capatina e “smanettata” (col telecomando s’intende) su You Porn.

    A ricordargli “che la beata gioventù vien meno”
    Concludendo la chiosa,
    annuncio, ai quei signori col “pedigree degli mortacci loro,” che costringono ii loro cani alle diverse uscite
    anche se l’animale supplica: “Non ce vengo!” per farsi le loro passeggiatine alla faccia nostra; sappiano:
    che sul mio balcone ho preparato alcuni “GAVETTONI” 10 litri e non solo d’acqua!

    A’ la guerre comme à la guerre

  • Al “simpatico” Anonimo qui sopra che ha preparato alcuni “Gavettoni” di acqua e non solo….consiglierei vivamente di tenere il tutto ben conservato nella propria vasca da bagno…e di tentare di rilassarsi immergendosi Lui e Lui solo dentro a suo piacimento fin dal mattino presto al risveglio e di non temere l’annegamento perchè è notorio che gli stronzi o pseudo tali galleggiano bene……!!! Questa è una guerra di posizione….il mio è un ottimo consiglio, non ne abbia a male…..il tempo in qualche modo dobbiamo pur farlo passare…..Stay tuned….!!

  • Anonimo

    Matteo, condivido appieno.
    Esacerbare l’imposta canina! E’ cosa BUONA(per le casse Municipali) e GIUSTA per tutti gli altri cittadini che devono subire esasperati, le prepotenze dei padroni e le “nefandezze” dei loro animali, degradatori del territorio.

    Difatti questi “figli di cani” spandono nei nostri parchi cittadini e non solo, migliaia d’ettolitri di urina, e quintali di quant’altro; superando perfino, tutte le precipitazioni annuali di pioggia, (Sic!)

    Ora suggerirei al Sindaco un nuovo tipo d’imposta sull’animale.
    Oltre a una quiota fissa annuale; un’altra a scaglione ad ogni “evacuazione”
    La prima gratuita
    La seconda, la terza, la quarta etc..etc.. con un aggravio di un euro:

    1 € alla seconda, 2€ la terza, 3 € la quarta etc.. etc..

    Chi non paga… Abbattimento della BESTIA!

    O pannolone obbligatorio fuori casa per il quadrupede

    Ps.

    Gavettone pronto!
    Fuori uno!

    Colpito e ori…Affondato! Eh! Eh!

    Riverisco

  • Da intendere:

    Matteo, condivido appieno.
    Esacerbare l’imposta canina! E’ cosa BUONA(per le casse Municipali) e GIUSTA per tutti gli altri cittadini che devono subire esasperati, le prepotenze dei padroni e le “nefandezze” dei loro animali, degradatori del territorio.

    Difatti questi “figli di cani” spandono nei nostri parchi cittadini e non solo, migliaia d’ettolitri di urina, e quintali di quant’altro; superando perfino, tutte le precipitazioni annuali di pioggia, (Sic!)

    Ora suggerirei al Sindaco un nuovo tipo d’imposta sull’animale.
    Oltre a una quiota fissa annuale; un’altra a scaglione ad ogni “evacuazione”
    La prima gratuita
    La seconda, la terza, la quarta etc..etc.. con un aggravio di un euro:

    1 € alla seconda, 2€ la terza, 3 € la quarta etc.. etc..

    Chi non paga… Abbattimento della BESTIA!

    O pannolone obbligatorio fuori casa per il quadrupede

    Ps.

    Gavettone pronto!
    Fuori uno!

    Colpito e ori…Affondato! Eh! Eh!

    Riverisco

  • Anonimo

    La nuova imposta da intendere ovviamente giornaliera.

    Riverisco

  • Sandro

    Ciao Rino, stamattina alle 11,30 dal balcone guardavo il viavai di persone a piedi in viale Lombardia all’altezza dell’incrocio con via Don Minzoni e via Grancino.
    Non mi riferisco al movimento di auto che vanno e vengono in entrambe le direzioni, perchè quelle sono da imputare prevalentemente alla nuova Lidl, ma alle persone a piedi, di tutte le età, ma soprattutto anziane, con e senza mascherine che passeggiavano tranquillamente come se nulla fosse sul lato opposto della Lidl, dove c’è la pista ciclabile.
    Nessuno aveva con sé sacchi della spesa, né proveniva o si recava alla Lidl e in un minuto ne ho contate dieci, di cui solo una giovane donna col cane e nessun fatidico runner.
    Sembrava una normale domenica mattina di tre settimane fa…
    Dato che la Polizia Locale nel we è chiusa ho chiamato i Carabinieri, facendo presente la situazione e il fatto che io, mia moglie e i nostri due figli adulti stiamo pazientemente stipati in casa da venti giorni, senza poter lavorare, fare attività fisica o vedere i nostri cari, nella convinzione che fosse così per tutti.
    Hanno detto che sarebbero intervenuti, ma nell’immediato non si è visto nessuno e comunque non devono essere i cittadini a farsi carico di queste segnalazioni a spot, che lasciano il tempo che trovano.
    Siamo stati sepolti da una miriade di decreti nazionali e ordinanze regionali, comunali e autocertificazioni, perchè evidentemente in Italia c’è un sacco di gente incivile, irresponsabile o ignorante.
    Però poi serve che ci sia almeno una pattuglia che giri in loop nelle vie più centrali e non solo posti di blocco per le auto ai confini.
    Se volete evitare di comminare sanzioni magari basta il lampeggiante e il megafono come l’arrotino per far scappar la gente a casa, ma serve farsi vedere, anche a Buccinasco e anche di domenica, altrimenti scappa la voglia di sacrificarsi a tutti.
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.