IN’S Mercato apre a Buccinasco nel segno della sostenibilità

Buccinasco (7 gennaio 2020) – IN’s Mercato, l’insegna italiana discount con sede a Venezia e presente a livello nazionale con più di 460 punti vendita, inaugura il giorno 8 gennaio 2020 il nuovo nato a Buccinasco, in via Romagna. 

La nuova apertura è contraddistinta da un forte impegno dell’Azienda verso il territorio. In occasione dell’inaugurazione, infatti, saranno donati all’amministrazione comunale di Buccinasco alberi e nuove panchine che rinnoveranno l’area verde nei pressi del negozio. Questa iniziativa fa parte della campagna #SpazioVerde lanciata da IN’s per il 2020: un impegno concreto che vede l’Azienda protagonista di azioni a favore dell’ambiente e della comunità locale nelle nuove aperture previste per l’anno appena iniziato. 

Da IN’s il risparmio è anche energetico 
L’insegna è una realtà tutta made in Italy che ha fatto della sinergia fra qualità e risparmio un valore imprescindibile della propria offerta. Prodotti eccellenti e prezzi vantaggiosi si traducono in un approccio sostenibile non solo verso i clienti ma anche verso l’ambiente. Per questo tutte le nuove aperture presentano un format fortemente orientato al risparmio energetico. Per il punto vendita di Buccinasco – con più di 620 mq – l’Azienda ha scelto di utilizzare solo luci a led, sia all’interno che all’esterno, e delle speciali porte per i banchi refrigerati in grado di ridurre del 30% il consumo di energia elettrica. Inoltre, nel corso del 2020, IN’S introdurrà le nuove shopper completamente riciclabili fatte per l’80%, di plastica riciclata. Previste due versioni, una termica e una non termica, entrambe certificate Climate Line, quindi CO2 neutral, ECOL e Blue Angel. Questa novità si aggiunge a una gamma di shopper già orientata alla sostenibilità e composta da due shopper biodegradabili e un modello in cotone bio certificato Fairtrade, il marchio del commercio equo e solidale. 

“Accogliamo con piacere l’apertura di un nuovo punto vendita a Buccinasco – dichiara il sindaco Rino Pruiti – che sostituirà l’attività precedente in modo da dare continuità e un nuovo slancio all’economia locale e al lavoro. Apprezziamo particolarmente la sensibilità ambientale dell’azienda con le sue scelte sostenibili per il negozio di Buccinasco. Donando gli alberi, inoltre, contribuirà ad arricchire il nostro patrimonio verde”. 

Uno spazio pensato per i cittadini 
Il nuovo punto vendita di Via Romagna nasce in un punto nevralgico e ben servito: situato in una zona residenziale, di rimpetto al Centro Sportivo Romano Banco, è raggiungibile attraverso la pista ciclabile e offre un ampio parcheggio con 70 posti auto. Sarà aperto dal lunedì al sabato con orario continuato dalle 8:00 alle 20:00, la domenica dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:30 alle 19:30.

3 commenti

  • Anonimo

    Temo che non avrà un grande successo. Il centro commerciale dove si trova è deprimente, oltre che essere depresso.

    Ieri ci ho fatto un giro e all’interno c’erano 2 persone oltre a me, che non ho acquistato nulla.

    Mentre un gran successo ha avuto la nuova sede della Lidl (ieri era strapiena di gente), presso la quale acquisto da quando hanno aperto, e sono passati almeno 20 anni.

    Lascia l’amaro in bocca che gruppi italiani (la In’s appartiene al settore discount del gruppo Pam) non abbiano successo, mentre lo hanno i gruppi tedeschi (Lidl).

    D’altronde La Lidl ha buoni prezzi, qualità, personale cortese ed efficiente e un’ottima struttura.

    Ps.: non ho alcun interesse personale con Lidl, sono un cittadino che acquista dove più gli conviene.

  • Matteo

    Troppi esercizi commerciali di questo tipo si trovano eccessivamente vicini l’uno all’altro a Buccinasco. Con una concorrenza così spietata, la vera domanda è come facciano, tutti insieme, a stare al passo con bilanci in positivo. Meglio non farsi troppe domande. Se portano capitale e risorse meglio così.
    L’ultimo che mi sembra sempre più morente è il povero Sigma in via Lomellina, con reparti vuoti, poco personale e scomodamente accessibile, sempre più “schiacciato” dai concorrenti in zona.

    Anche questo nuovo INS, vista la sua posizione “poco fortunata”, nascosta e meno accessibile dei suoi concorrenti, da ricordare la chiusura del Carrefour Express nella stessa sede probabilmente in perdita da tempo, abbasserei le aspettative ad un mero esperimento di riapertura.

    Ieri sera intanto, a giorni dall’inaugurazione del nuovo Lidl in viale Lombardia, le sbandierate illuminazioni ecologiche erano completamente spente nel parcheggio, lasciandolo al buio. Inoltre l’uscita ostica dei veicoli su viale Lombardia, poco prima del semaforo, causa nelle ore di punta ingorghi fino alla chiesetta bloccando addirittura la rotonda.
    Qualcosa mi ricorda il “nuovo” Lidl aperto ormai qualche anno fa in via Giordani/Bisceglie a Milano. Dove la percorrenza dell’incrocio è stata rovinosamente peggiorata e resa pericolosa da entrate ed uscite senza visibilità e parcheggio selvaggio.
    Io stesso ho più volte rischiato incidenti in quel punto.

    Progettare l’ingresso da viale Lombardia e l’uscita su via Mascherpa in modo da avere due flussi differenti era forse cosa migliore. Se non sbaglio infatti, le ribalte per i rifornimenti dovrebbero essere su via Mascherpa.

    Detto questo, spero tutti possano avere il successo che meritano.

  • Matteo, le cose che proponi non sono legalmente possibili, sulla viabilità interverremo se necessaario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.