Buccinasco, Dal 15 luglio arriva il biglietto ATM di 2 euro, vittoria epocale

A Buccinasco il costo del biglietto sarà uguale al capoluogo e permetterà di viaggiare in tutta Milano e in 21 Comuni percorrendo più tratte e utilizzando più mezzi, anche con più ingressi per la metropolitana. E il nostro Comune conferma anche per l’anno scolastico 2019/2020 il contributo agli studenti per l’abbonamento annuale (rimborso di 73 euro)

Buccinasco (5 luglio 2019) – Importanti novità per il trasporto pubblico locale, con l’introduzione del biglietto unico a Milano e i 21 Comuni della prima cintura e la possibilità di spostarsi percorrendo più tratte e combinando più mezzi, anche con diversi ingressi in metropolitana.

Dal 15 luglio entra in vigore il nuovo Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità (STIBM) in sostituzione del Sistema Integrato dell’Area Milanese (SITAM) che si estende a tutti i Comuni che fanno parte della Città metropolitana di Milano e della Provincia di Monza e Brianza.

Un cambiamento molto importante per i cittadini di Buccinasco che, per recarsi a Milano utilizzando autobus e metropolitana, pagheranno il biglietto al costo di 2 euro, come i residenti milanesi. Con il nuovo sistema, inoltre, vengono introdotte agevolazioni per gli under 26, gli over 65 e le famiglie con un ISEE fino a 6 mila euro.

Anche il Comune di Buccinasco continua a fare la sua parte per agevolare in particolare gli studenti: sarà confermato per l’anno scolastico/accademico 2019/2020 il contributo agli studenti per l’abbonamento annuale ATM (da Buccinasco a Milano). Riceveranno un rimborso di 73 euro.

Ecco le principali novità del Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità:

Il NUOVO SISTEMA TARIFFARIO

Il nuovo Sistema Tariffario considera come centro del Bacino di Mobilità la città di Milano a partire dalla quale il territorio circostante è stato idealmente suddiviso in corone concentriche, ciascuna di ampiezza di circa 5 km; ogni corona rappresenta una zona tariffaria a cui è stato attribuito un codice identificativo.

La città di Milano è compresa in un’area più vasta che include i 21 Comuni confinanti con essa – tra cui Buccinasco – e la stazione di Rho Fieramilano della Linea 1 della metropolitana. Quest’area corrisponde a 3 zone tariffarie ed è identificata dai codici Mi1 – Mi3.

Le zone tariffarie successive alla Mi3 sono identificate, in funzione della loro distanza da Milano, con un codice crescente che va da Mi4 a Mi9. Ogni comune del Bacino con tutte le fermate e le stazioni in esso presenti è interamente e univocamente assegnato a una singola zona tariffaria.

Il biglietto ordinario che consente di spostarsi in tutta la città di Milano e fino ai 21 Comuni compresi nella zona M3 (tra cui Buccinasco): il costo è di 2 euro ed entro i 90 minuti di validitàconsente di viaggiare in tutta la città di Milano e nei 21 comuni della zona Mi3 e in metropolitana fino alle stazioni capolinea di Rho Fieramilano sulla Linea 1 della metropolitana e di Assago Milanofiori Forum sulla Linea 2 della metropolitana, che con il vecchio sistema si raggiungevano con una tariffa più elevata.

La tariffa tra due località, cioè quella di origine e quella di destinazione del viaggio, è calcolata in base al numero di zone all’interno delle quali si viaggia, perciò il suo valore cresce con l’aumentare del numero di zone interessate dallo spostamento.

PIÙ TRATTE, MEZZI E VIAGGI IN METROPOLITANA

Altra novità: il nuovo Sistema Tariffario consente, nell’ambito della validità temporale e delle zone acquistate, di spostarsi percorrendo più tratte e combinando più mezzi, in modalità sia continuativa sia con più soste intermedie; pertanto è possibile effettuare con lo stesso biglietto viaggi di andata e ritorno, anche con più ingressi in metropolitana.

Inoltre sono introdotte nuove agevolazioni valide in tutto il Bacino per giovani con età inferiore a 26 anni, per senior con età superiore a 65 anni e per persone con basso reddito.

ABBONAMENTI

Nel nuovo Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità sono disponibili in tutte le zone i seguenti titoli di viaggio con tariffa agevolata rispetto ai titoli di viaggio ordinari:

  • abbonamenti agevolati (per giovani minori di 26 anni): sconto del 25% sulla tariffa dell’abbonamento mensile ordinario e dell’abbonamento annuale ordinario (la tariffa studenti non esiste più): a Buccinasco l’abbonamento mensile per i giovani under 26 sarà di 37,50 euroannuale di 345 euro.

IL COMUNE DI BUCCINASCO CONFERMA IL CONTRIBUTO AGLI STUDENTI SULL’ABBONAMENTO ANNUALE. PER L’ANNO SCOLASTICO 2019/20 SARÀ DI 73 EURO

  • per senior dal compimento dei 65 anni: sconto del 25% sulla tariffa dell’abbonamento mensile ordinario e dell’abbonamento annuale ordinario: a Buccinasco l’abbonamento mensile per i senior over 65 sarà di 37,50 euroannuale di 345 euro
  • per persone appartenenti a nuclei famigliari con attestazione ISEE in corso di validità non superiore a 6.000,00 €: sconto dell’85% sulla tariffa dell’abbonamento annuale ordinario: tali cittadini di Buccinasco potranno acquistare l’abbonamento annuale di 69 euro
  • GRATUITÀ PER I RAGAZZI MINORI DI 14 ANNI (anche se non accompagnati). Tessere richiedibile dal 15 luglio nell’area riservata del sito ATM.

Tutti gli abbonamenti devono essere caricati sulla tessera elettronica che ha una validità di 4 anni e un costo di emissione di 10 euro.

Per maggiori informazioni e dettagli: www.atm.it – app ATM

14 commenti

  • Enrico

    Buongiorno, volevo chiederLe quanto costa da Buccinsco a Milano Bisceglie M1 usando la linea 321. Grazie.

  • 2 euro Enrico, abbonamento diminuito

  • Marco

    Buongiorno Rino,
    per quanto riguarda l’abbonamento annuale adulti l’assessore Granelli ha dichiarato che Milano ha fatto lo sforzo ndi diminuirlo a 460 euro ma resta una significativa differenza tra il medesimo abbonamento annuale adulti per la città di Milano che resta a 330 euro.
    La differenza di 130 euro mi sembra elevata considerando che Buccinasco dista 6 km da piazza Duomo mentre alcuni quartieri di Milano cito ad esempio Baggio o Muggiano o distano molto di più.
    Non sarebbe possibile anche in via sperimentale che tale differenza fosse colmata dalla nostra Amministrazione ?
    Agire su questa leva vorrebbe dire incentivare il mezzo pubblico, in attesa che arrivi nel 2023 a San Cristoforo la M4.
    Grazie.

  • Tamerlano

    Molto bene, era ora che si razionalizzasse la tariffa ATM, adesso Buccinasco e Corsico fanno di fatto parte dell’area urbana milanese, un bel traguardo.

    Manca però ancora l’integrazione tariffaria con TreNord, la linea suburbana (il trenino che parte da Albairate e termina a Saronno) ancora ha tariffazione separata.

    Chi ha un abbonamento urbano ATM dovrebbe poter accedere alla linea suburbana e chi ha un abbonamento TreNord in area urbana dovrebbe poter usare i mezzi ATM liberamente. Ci arriveremo?

    Aggiungo che è già previsto l’accorciamento della tratta suburbana ad Ovest, la quale inizierà la sua corsa non più ad Albairate bensì nel nuovo hub di San Cristoforo (con buona pace di chi abita a Trezzano, Cesano Boscone e Corsico, niente più trenino per loro).

    Tamerlano

  • Giuseppe

    Se non rifanno le corse dei pullman in modo più umano, più che una vittoria epocale mi sembra una caporetto!

    Anche nello studio di fattibilità della m4 si vede benissimo come nessuno a buccinasco prende il pullman per andare a Milano, ma vanno tutti in macchina fino a Romolo o Bisceglie. Quindi questo non sarà uno sconto ma un aumento per tutti noi.

    Certo, se i pullman facessero corse decenti si potrebbe raggiungere Bisceglie in pullman evitando di usare l’auto e di pagare il parcheggio, peccato che ci impiegano un’ora!

    Per raggiungere Bisceglie con il 321 devo fare il giro panoramico di buccinasco, corsico, attraversare il naviglio, poi Cesano, un pezzo di Milano e finalmente arrivo

  • Giuseppe ti sei perso molti post informativi. Milano sta facendo gara per tpl superfice, Buccinasco ha ottenuto anche i potenziamenti 321 e una nuova linea, la 325. Trovi tutto qui

  • Tamerlano hai ragione, ma x ora la regione si rifiuta

  • Si marco, sarebbe bello, ma arrivare dove siamo arrivati è un miracolo dovuto ad anni di lotte, prossimo passo vedrà la totale integrazione

  • Marco

    Prendo atto della dichiarazione di intenti del nostro Sindaco e sono certo che si adopererà per cercare di raggiungere laTOTALE integrazione tariffaria anche a livello di abbonamento annuale.

    L’aspetto secondo me incomprensibile è che oggi Milano dichiari l’integrazione tariffaria sul SINGOLO biglietto a 2 euro per le zone da Mi1-Mi3 (comprensiva di 21 comuni limitrofi) ma per le stesse zone Mi1-Mi3 dichiari la NON integrazione tariffaria dell’ABBONAMENTO ANNUALE.

    In altri termini, Milano da un lato favorisce il la singola corsa ma continua a penalizzare l’abbonamento annuale che dovrebbe essere invece la vera leva sulla quale lavorare per combattere traffico ed inquinamento.

    L’obiettivo che dovremmo porci noi a Buccinasco è a mio avviso quello di arrivare al 2023 con un abbonamento annuale (allo stesso costo dei residenti a Milano) che ci consentirà di prendere la linea 351 (con numero di corse raddoppiate) e raggiungere in max 10 minuti la fermata M4 di San Cristoforo. Solo in questo modo si potrà effettivamente diminuire l’utilizzo del mezzo privato.

    Chiedo cortesemente al nostro Sindaco se lo scenario descritto è solo un’ utopia o qualcosa di concretamente realizzabile. Grazie.

  • Giuseppe

    Rino non ho letto nessun articolo a riguardo della nuova 325 e del potenziamento della 321.
    Il concetto comunque era che non dipende da quante corse ci sono, ma dal giro che fanno.

    Posso anche avere un pullman ogni 5 minuti ma se poi impiega più di mezz’ora per arrivare a Bisceglie, che me ne faccio? Prendo la macchina e arrivo in 10 minuti

  • Giuseppe, cambia anche 321, diventa un trasporto di punta tra due hub… È lunga da spiegare, cerca in rete

  • Pingback: A #Buccinasco Rivoluzione nei trasporti, dal biglietto unico alla M4 – Rino Pruiti Sindaco di Buccinasco

  • Marco

    bah per noi pendolari cambia poco…Al solito 130 in più per un tratto così breve e mal servito porterà molti a fare come continuerò a fare io: automobile fino ad entrare in milano (nel mio caso romolo per metro M3). 130€ annui di differenza per usare bus con tragitti di 30/45 minuti (frequenze troppo basse) sono veramente troppi!
    La vera rivoluzione sarebbe stata avere anche abbonamenti unici (non solo biglietto 2€ )., oppure prepagati che scalano credito sulla base dei km/fermate fatte.
    Per me è stata una vera delusione sapere che il solo biglietto da 2€ diventa unico, ma non gli abbonamenti! delusione totale che dimostrano/confermano la totale indifferenza di ATM e dei rappresentanti MILANESI nei confronti dell’hinterland (e la regione che ha altro a cui pensare)…
    Scommetto che il traffico di auto/scooter in buccinasco non subirà grosse diminuzioni a seguito del giornaliero unico.
    Ennesima presa in giro dei pendolari e dei comuni limitrofi di ATM.
    Aspettiamo con ansia la M4 per avere l’occasione di diminuire veramente il traffico sulle strade di buccinasco.
    PS: sig sindaco, sarà valutata qualche forma di aiuto come succede per assago, di rimborso a chi vorrà fare abbonamento annuale (non parlo di studenti pensionati ma di chi lavora in milano?).
    Grazie mille
    Marco

  • Marco, quando sarò eletto sindaco di Milano prometto di cambiare tutto. Non sono d’accordo con nulla rispetto a quello che affermi. Il comune di Buccinasco spende oltre 600mila euro per ATM, senza i quali non passerebbe più nessun BUS da qui, daremo 73 euro agli studenti, non possiamo fare di più. Le politiche vere sui trasporti si fanno in regione o a roma, è li che bisogna chiedere conto. Per ora abbiamo compiuto questo miracolo, ne siamo orgogliosi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.