Buccinasco : interventi urgenti per la sicurezza stradale in VIA SCARLATTI, VIA DEL COMMERCIO, VIA LARIO, VIA TRIESTE e VIA GARIBALDI

Il settore lavori pubblici del comune, guidato dal Vice Sindaco Ass. Arboit, oltre ai lavori di asfaltatura e rifacimento nuovi marciapiedi già in corso per oltre due milioni di euro (clicca QUI), ha progettato e messo in gara ulteriori interventi per garantire la sicurezza stradale, sia per gli autoveicoli che per i pedoni.

In esito all’analisi delle criticità rilevate, sono stati progettati i seguenti interventi, come individuati nelle tavole di progetto:

VIA SCARLATTI:
1. realizzazione attraversamento pedonale in quota, con rampe di pendenza non superiore al 4% e lunghezza, in quota, di m 6,50. Il manufatto viene realizzato con binder e manto di usura, completo di sistema raccolta acque piovane con realizzazione di n. 2 nuove caditoie stradali, segnaletica orizzontale e verticale e posa di retro riflettori catadriottici da pavimentazione. (tavv. 1, 2)
2. Disfacimento e realizzazione del manto di usura di colore rosso della pista ciclopedonale – lunghezza m 530 circa. (tav. 3)

VIA DEL COMMERCIO, VIA LARIO, VIA TRIESTE: disfacimento e posa di nuovo binder e manto di usura su porzioni di via come evidenziato degli elaborati grafici e nel computo metrico (via del Commercio 412 m, via Lario 316 m, via Trieste 160 m). (tavv. 4, 5, 6)

VIA GARIBALDI: disfacimento e posa nuovo manto di usura in corrispondenza degli accessi ai parcheggi pubblici (in autobloccanti) in prossimità dei civici 13 e 15. (tav. 7)

La durata stimata dei lavori è di 25 giorni naturali e consecutivi. L’entità dei lavori, ai sensi dell’art. 89, c. 1, lett. g) del D.Lgs 81/08 e s.m.i. è inferiore a 200 uomini/giorno pertanto non si procede alla redazione del Piano di Sicurezza e Coordinamento.

L’intervento sarà finanziato con mezzi propri di bilancio; l’importo complessivo del quadro economico è di € 103.000,00 .

per il progetto completo di dati clicca ==> QUI

11 commenti

  • sax

    Speriamo che prima o poi si metta mano anche a via dei Lavoratori: ormai è in condizioni pietose e pericolose.

  • DAVIDE ARIATA

    Evviva! Finalmente. Via Scarlatti ringrazia!

  • Enzo Barbagallo

    Ottimo lavoro sindaco. Rifarei anche tutte le segnaletiche delle strade poiché donano decoro alle stesse e alla cittadina e servono, ovviamente, a dare segnalazioni. Ho visto che le strade rifatte ne sono ancora prive.
    Saluti e buon lavoro!

  • Si Enzo, ora provvediamo

  • DAVIDE ARIATA

    Sindaco, ho il dubbio che gli operai abbiano sbagliato il punto dell’attraversamento pedonale in quota. Vedo i lavori di oggi nell’unico punto di attraversamento in cui non ci sono complessi residenziali. Immaginavo che il lavoro si sarebbe dovuto fare, a logica, nei pressi della fermata dell’autobus davanti al civico 33. Che, oltre ad avere accesso al parco con i giochi dei bambini, ha di fronte il bacino d’utenza del super condominio, e di chi attraversa il parco arrivando dalla fermata oltre lo stesso e di chi lo attraversa scendendo dalla fermata di Scarlatti. Diciamo che quello sarebbe il punto più usato ma, di sicuro, quello dove stanno lavorando ora (con il beneficio del dubbio che i lavori siano per altro) non avrebbe senso. È lontano dal supercondomino è lontano dalle case che abbiamo dalla parte verso la zona villette e porta ad una stradina confinante con la roggia. Ripeto, magari non è per fare quello ma una controllatina forse sarebbe opportuna. Grazie mille.

  • Anonimo

    Circa via scarlatti mi sembra che il marciapiede sia in pessime condizioni, lato case, e non sarebbe male colorarla di rosso e farla diventare ciclabile a tutti gli effetti. Ho una bimba di 4 anni che in bicicletta ahimé cade sempre visto che le ruote si bloccano di continuo. Saluti e buon lavoro!

  • Davide. Il punto in cui si sta realizzando il dosso di Via Scarlatti è quello concordato tra le parti (Comandante Polizia e tecnici), ovvero in posizione baricentrica lungo Via Scarlatti, funzionale alla riduzione della velocità da entrambi i lati nonchè propedeutico ai collegamenti ciclabili con asilo scarlatti, parco pubblico e scuola Via Emilia. Tra qualche tempo, se dovesse servire, si provvederà a farne un altro.

  • DAVIDE ARIATA

    Premetto che sono molto soddisfatto di questa giunta e degli sforzi fatti per migliorare la città ed anche occuparsi di una via “periferica” come via Scarlatti ne è la prova. Però consentitemi di dissentire con questa scelta per alcuni motivi concreti. Se lo scopo era ridurre la velocità delle auto, bastava posare 3 dissuasori come in via Salieri che, peraltro, è tutto fuorchè un rettilineo, direi che è una strada molto curva. Se lo scopo era mettere in sicurezza il passaggio di pedoni bisognava optare per una attraversamento con una mole di passaggio cospicua e, vi assicuro, che non è quello il punto. Io stesso che ci abito da 5 anni da quel passaggio pedonale ci sarò passato 2 volte. Chi va al parco dei bimbi attraversa al civico 33 sia a piedi che in bici (dove peraltro c’è un problema di parcheggio in carreggiata già segnalato), chi va al campetto di calcio ed arriva dalle case o attraversa al 33 o all’altezza delle villette. Ma è una questione puramente logistica e di comodità. Capisco i tecnici ed i vigili che ne abbiano fatto una questione di “metri” e centralità nella via, ma non è attinente al vissuto che possiamo avere alle 18.00 o alle 16.00 o anche alle 7.30 del mattino. Magari questo passaggio invoglierà ad essere più usato, questo può essere ma, a mio modesto avviso, non risolve i problemi della velocità (le auto hanno tempo di accelerare da entrambi i lati passando, ahimè, proprio davanti alle abitazioni sia villette che supercondominio) e non è un punto di passaggio massiccio. Questa è la mia opinione motivata, sono certo che la valuterete come sempre fate e per questo vi ringrazio già da ora.

  • Davide, noi per prassi non entriamo in discorsi tecnici, evitiamo di essere tuttologi, tuttavia ho girato le tue perplessità a chi di competenza. Tieni presente che i dossi di plastica non si possono più mettere in determinate vie. Proviamo a vedere come va, poi si può sempre fare un secondo dosso di attraversamento

  • Matteo

    I problemi di velocitá delle auto in via Scarlatti sono inesistenti, e invito il sig. Sindaco a mettersi specialmente di sera, in Viale Lombardia, attorno a qualsiasi civico, per gustarsi pazze gare di accelerazione tra i “beoti” locali.
    Concordo comunque sul posizionamento del dosso, per quanto non voglia fare il tuttologo.
    Chiedo al sindaco di vedere con i suoi occhi gli attraversamenti tra civico 38 e Unicredit in V. Lombardia: strisce invisibili, che finiscono nelle aiuole o contro gli alberi.
    Il progetto probabilmente risale alla vecchia amministrazione, nessuna colpa, ma qualcosa bisogna fare anche perché i limiti del ridicolo ci sono tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.