Buccinasco : CCAB, verso una soluzione condivisa

Questa mattina la Giunta comunale ha incontrato i rappresentanti del Centro Civico di via Marzabotto per illustrare nuovamente i prossimi passi. L’associazione è invitata a firmare una convenzione della durata di alcuni mesi (fino alla conclusione di un bando per affidare la gestione del bar). Le attività culturali e ricreative dell’associazione non avranno alcuna interruzione

Buccinasco (8 maggio 2019) – Il Centro Civico Anziani di via Marzabotto, da 30 anni una risorsa importante per tutta la comunità di Buccinasco, potrà continuare a svolgere le sue attività socioculturali e ricreative. Gli anziani, soci dell’associazione, potranno frequentare il centro quotidianamente, organizzare eventi e manifestazioni, ritrovarsi.

Lo hanno chiarito oggi sindaco e assessori ai rappresentanti dell’associazione, incontrati questa mattina in Sala Giunta in vista della nuova Convenzione che sono invitati a firmare.

Scaduta la convenzione precedente, è necessario procedere alla firma di un nuovo accordo per garantire le attività del Centro, nel rispetto delle leggi.

Nelle prossime settimane si andrà a sottoscrivere una proroga della convenzione precedente, con due novità:
all’associazione non sarà chiesto il canone d’affitto – nel caso di feste private, l’associazione dovrà chiedere un contributo a prezzo calmierato.

La convenzione avrà durata di 6 mesi o almeno fino a quando non si sarà conclusa la procedura di gara per la gestione della struttura. Come già indicato in una delibera di indirizzo, l’obiettivo dell’Amministrazione è favorire l’aggregazione dei soci e le attività socio-culturali e ricreative, affidando la manutenzione ordinaria e le spese di gestione a chi si aggiudicherà la gara per la gestione della struttura comunale.

Per spiegare meglio: oggi le consumazioni al bar sono consentite ai soli soci (chi frequenta il parco, per esempio, non può acquistare un gelato, la convenzione non lo consente né lo può consentire); domani, con una gestione commerciale (in seguito a una gara pubblica), tutti potranno invece accedere al bar.

Gli anziani iscritti all’associazione potranno comunque frequentare la struttura così come fanno oggi, senza alcun obbligo di consumazione e potranno organizzare manifestazioni patrocinate e finanziate dall’Amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.