#Buccinasco: verso il ‘riscatto’ dei lampioni di ENEL

airone_milanoCome abbiamo preannunciato nell’ultimo consiglio comunale del 18 novembre, durante il punto all’ordine del giorno riguardante l’approvazione del ‘Piano Regolatore dell’Illuminazione Comunale‘ detto PRIC – clicca QUI , la Giunta ha approvato all’unanimità la delibera n.248 del 26/11/2014 da me proposta – clicca QUI 200 Kb pdf -, una chiara direttiva agli uffici comunali perchè si proceda per il ‘riscatto dei pali della luce‘, oggi di proprietà di ENEL SOLE S.p.A., con le problematiche che tutti sapete e che potete vedere: bolletta salata con fatturazione forfettaria, disservizi, intere vie al buio per mesi, mancato ammodernamento dei corpi illuminanti ecc. ecc.

La delibera, che non esito a definire ‘storica’, avvia una procedura che sarà necessariamente lunga, ma che alla fine porterà enormi benefici alla città, sia in termini di spesa corrente che di efficienza energetica.

Altro obbiettivo fondamentale sarà quello di aumentare in maniera più capillare l’illuminazione di tutto il territorio, anche di quei luoghi oggi trascurati con evidenti rischi per la sicurezza delle persone.

Mancando all’interno della struttura comunale le necessarie competenze, si bandirà un concorso per selezionare un professionista qualificato che ci affianchi in questo percorso.

Per tutta una serie di ragioni che lasciano il tempo che trovano (le scuse mi hanno sempre interessato poco), siamo abbastanza in ritardo su queste partite, per questo ringrazio di cuore il Sindaco e i colleghi di Giunta per questa svolta importante e coraggiosa.

Rino Pruiti
Vice del Sindaco
Assessore
Buccinasco MI

 

 

Un commento

  • Roberto… non è ‘adesso’, il PRIC è appunto servito – anche – per censire e sapere come stiamo messi, da questa fotografia si svilupperà la proposta di riscatto,poi ovviamente ci sarà una gara per affidare la manutenzione a una società privata, tempi e modi saranno studiati bene. Fino ad allora ENEL dovrà fare il suo dovere al 100%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.