ACQUA : VITTORIA DEI COMITATI PER L’ATTUAZIONE DEI REFERENDUM IN PROVINCIA DI MILANO

La Giunta Provinciale (MI), dopo l’audizione dei comitati in commissione ambiente del 15/12/2011, ha deciso una nuova linea sulla gestione del servizio idrico in Provincia, trasferendo la delega operativa, fino ad ora nella mani del Presidente Podestà, all’assessore Altitonante. Le linee presentate l’8 febbraio alle Aziende del servizio dall’assessore rispondono Continua a leggere

FACCIAMO CHIAREZZA SUI REFERENDUM E SULLA TRUFFA BERLUSCONIANA

Si è creata ad arte molta confusione nell’opinione pubblica in relazione al referendum antinucleare già indetto per domenica 12 e lunedì 13 giugno. In realtà si celebreranno quattro referendum, che riguardano: la questione nucleare, la tutela dell’acqua come bene pubblico contro la sua Continua a leggere

FACCIAMO CHIAREZZA SUI REFERENDUM E SULLA TRUFFA BERLUSCONIANA

Si è creata ad arte molta confusione nell’opinione pubblica in relazione al referendum antinucleare già indetto per domenica 12 e lunedì 13 giugno. In realtà si celebreranno quattro referendum, che riguardano: la questione nucleare, la tutela dell’acqua come bene pubblico contro la sua Continua a leggere

VERAMENTE MOLTO INTERESSANTE LA SERATA SULL’ACQUA DI BUCCINASCO

Molti Cittadini mi chiedono spesso ragguagli sulla della nostra acqua. Tutte le spiegazioni sono state date nella serata di ieri a Cascina Robbiolo (clicca QUI link interno). Il responsabile della ASL1 Dott. Antonio Bertolini, con parole semplici, ha evidenziato un fatto inconfutabile: l’acqua di Buccinasco Continua a leggere

Si può fare politica [di Emilio Molinari]

Tra poco 50 milioni di italiani dovrebbero recarsi alle urne per il referendum sull’acqua pubblica, e il nucleare. Per impedire il quorum il governo ha negato l’election day, per il solo voto di un radicale e l’assenza di 10 parlamentari del centro sinistra.
Continua a leggere

Si può fare politica [di Emilio Molinari]

Tra poco 50 milioni di italiani dovrebbero recarsi alle urne per il referendum sull’acqua pubblica, e il nucleare. Per impedire il quorum il governo ha negato l’election day, per il solo voto di un radicale e l’assenza di 10 parlamentari del centro sinistra.
Continua a leggere

IO SONO INDIGNATO

Si, 300 milioni di euro, quindi 5 euro per ogni italiano vivente: è il costo del mancato accorpamento dei referendum alla data delle elezioni amministrative. La decisione, chiaramente presa nella speranza di non far raggiungere il quorum ai referendum, è di per sé scandalosa, Continua a leggere

IO SONO INDIGNATO

Si, 300 milioni di euro, quindi 5 euro per ogni italiano vivente: è il costo del mancato accorpamento dei referendum alla data delle elezioni amministrative. La decisione, chiaramente presa nella speranza di non far raggiungere il quorum ai referendum, è di per sé scandalosa, Continua a leggere

1 2