Il Comune di Buccinasco acquista mascherine per agenti e volontari facendole fabbricare da una ditta locale

Per far fronte all’emergenza e dotare il personale comunale e i volontari di dispositivi protettivi, l’Amministrazione comunale ha autorizzato una spesa straordinaria per l’acquisto di mascherine protettive in TYVECK (in polietilene), resistenti e lavabili. In arrivo anche mascherine FFP3 per la Polizia Locale

Buccinasco (18 marzo 2020) – Come aiutare le persone oggi in difficoltà, a casa in quarantena e positive al virus? In queste ore il Comune di Buccinasco ha potenziato l’attività del COC, Centro Operativo Comunale, lanciando anche un appello ai volontari cittadini disponibili. 

A loro, alla Protezione Civile, alla Polizia Locale è necessario fornire dispositivi protettivi, oggi carenti ovunque. 
L’Amministrazione comunale ha autorizzato una spesa straordinaria per l’acquisto di mascherine protettive in TYVECK (in polietilene), in produzione in queste ore dall’azienda Bjanko srl che ha la sede operativa a Buccinasco. 

“Siamo in prima linea per affrontare l’emergenza Coronavirus – spiega il sindaco Rino Pruiti – e ogni giorno insieme alle Forze dell’Ordine e ai volontari della Protezione Civile ci occupiamo dei nostri concittadini a casa in quarantena e positivi al virus, che hanno bisogno di beni di necessità, medicine, cibo. È un impegno ogni giorno più oneroso perché il numero per ora è in aumento, quindi abbiamo la necessità di intensificare gli aiuti, aumentare le forze e proteggerci”. 

“Abbiamo stretto un accordo con la Bjanko srl – continua il sindaco – per la produzione di mascherine protettive efficienti e certificate (non ancora omologate, ma permesse come previsto dall’ultimo Decreto), in tessuto tecnico, lavabili più volte. Sono stati contattati anche gli esercizi commerciali della zona per proporre loro l’acquisto per i propri dipendenti e per gli utenti, o per donarle alle associazioni che si occupano di assistenza. Sappiamo che alcuni hanno già inviato ordini all’azienda”. 

Il Tyvek® è un marchio che contraddistingue un gruppo di materiali in fogli non tessuti di Poliolefina (fabbricati con finissimi filamenti fissati mediante processo di pressione e calore). Sono composti al 100% di polietilene senza leganti o riempitivi.  
Al contrario di altre mascherine in commercio (monouso), queste mascherine protettive sono lavabili con acqua-sapone-amuchina. Sono infatti resistenti all’acqua, al vapore acqueo, alle abrasioni e  alla penetrazione batterica. Hanno certificazione OECO-TEX.

Per la Polizia Locale sono in arrivo anche mascherine FFP3, più efficaci per l’eventuale contatto con chi è positivo al virus e utilizzate anche dai sanitari (mascherine monouso, con durata di 4 ore). Anche in questo caso il Comune si è rivolto al mercato privato, non avendo ricevuto dotazioni da altre istituzioni. 

Per le persone sane le mascherine non sarebbero indicate ma in via volontaria in una situazione come l’attuale in cui il virus circola ampiamenteutilizzare una mascherina (anche la semplice mascherina chirurgica) può difendere gli altri se siamo asintomatici e in qualche modo può proteggerci dal contatto con gli altri se non riusciamo a mantenere la distanza di un metro

UNA BARRIERA È MEGLIO DI NIENTE. LA DISTANZA RESTA LA MISURA PIÙ EFFICACE

RESTIAMO A CASA. 

 

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

4 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.