Buccinasco vuole il laghetto di via Lario !!!

Il lago che combatte non va mai in vacanza
ai bambini porta la speranza
l’abbiamo detto a tutto il mondo
su questa storia andiamo fino in fondo

In fondo al lago
intorno al lago
lì sopra al lago
c’è tanto da scoprire

[Testo: Assalti Frontali]

All’interno del nuovo piano di governo del territorio (PGT ) che sarà adottata tra poco dal consiglio comunale, la parte ambientale è il fulcro dell’idea di città che abbiamo. Per realizzarla il comune dovrà gioco forza acquisire spazi che i proprietari non vogliono cedere, anzi non ne vogliono nemmeno discutere. Quindi avvieremo subito le procedure di esproprio, in qualche caso già in corso.

Tra questi progetti, probabilmente il più importante riguarda il laghetto di Via Lario, di fronte al comune, qui vogliamo attivare un percorso di penetrazione dell’area verde limitrofa, al fine di collegare l’abitato di Romano Banco con il Parco Resistenza di Corsico e alla “cava Burgo”.

12 commenti

  • Anonimo

    GRANDE e GRANDIOSO ………. sarebbe, se si riuscisse nell’impresa.

    Sono almeno 10 anni che penso: ma perchè non si riesce a fare quello che è riuscito a fare Corsico con il suo laghetto che gli è al suo fianco, e perchè non riuscire poi a collegarli creando un unico parco ? Da bambino, anni ’70, ci andavo a pescare in quel laghetto ed era già difficile entrarci

    Ci sono voluti anni per avere l’ingresso al parco di Corsico dal territorio di Buccinasco (via Trieste): i sindaci devono tenere a mente che il verde, i parchi, i laghetti sono di tutti, non solo dei comuni dove si trovano, e non dovrebbero essere recintati, nè esserne limitato l’utilizzo in certi orari, come invece ha deciso il sindaco di Corsico (che, per inciso, sono contento che non sia il sindaco di Buccinasco)

    Solo per questo meriti di essere ancora sindaco di Buccinasco 😉

  • Alessandro

    Sarebbe una grandissima cosa. Si potrebbe fare un bellissimo parco e rivalutare tutta la zona.
    Mi chiedo perché il proprietario non è interessato a vendere ma allo stesso tempo lascia il lago abbandonato in questo modo orribile.
    Se non te ne frega niente allora vendi!

  • Molto interessante la disquisizione su questo argomento….alcuni residenti sono per lo stato di fatto e nulla vorrebbero cambiare per il timore che il futuro parco una volta collegato a quello di Corsico sia mal frequentato e che quindi tutta la zona da oasi di tranquillità diventi oasi di spacciatori e delinquenti…..mentre altri residenti vedono con piacere una trasformazione che diventi fruibile da tutti i cittadini e non sia solo un laghetto da guardare dalla finestra di casa…..!! La zona è un’area privata per chi non lo avesse inteso bene…..

  • Si poi arrivano anche i guerrieri della notte e gli alieni cannibali…

  • Anonimo

    Non ci sono più gli espropri ne, i pavimenti puliti di una volta, quando CERA LUI
    Nemmeno, gli espropri proletari.

    Solo espropri Pruitari (Sic!)

  • Anonimo

    Si, e magari arrivano anche le donnine di facili costumi, i topi e la peste.
    Ma tu guarda se non si devono fare le cose per paura che succeda qualcosa.
    Ma la si smetta di ragionare come salvini …

  • All’anonimo qui sopra rammento che a Buccinasco da altre 40 anni una via di Buccinasco finisce davanti ad un fosso perchè i “benpensanti buccinaschini ” che governavano a Buccinasco 40 anni fa temevano il collegamento di tale via con la via BARONA di Milano dove lo spaccio di droga era “la normalita” ai tempi….mentre adesso la trovi anche qui fuori di casa…..e 40 anni fa non c’era ne Salvini ne la Lega….ma la paura della droga si…. ed è una brutta bestia….sia che si tratti di droga ieri che di CORONAVIRUS oggi …..e quindi qualcuno pensa che sia meglio prevenire che curare ed è libero di pensarlo…..altro che SALVINI…..!!

  • Anonimo

    Roberto, è’ da 40anni che ci parlate di sto collegamento con la via Barona di Milano, e della fermata MM4.

    Ma adesso parlateci di Bugo!

  • Matteo

    Senza un vero e proprio interesse da entrambe le parti (Milano e Regione, dico a voi!), il collegamento di via Barona non è fattibile nemmeno in sogno. D’altronde quei terreni sono parco agricolo, quindi la fatica è doppia.
    Buccinasco può fare quello che può fare, cioè non miracoli.

  • Matteo è ridicolo trincerarsi dietro al Parco Agricolo Sud Milano….se per caso non ti sei accorto poco oltre….vi è la tangenziale…..quindi poche balle, si tratta solo di unire due strade ( 300 metri ) e per Noi di Buccinasco arrivare in zona Ospedale San Paolo e a Famagosta sarebbe una “passeggiata di salute”……nonchè la soluzione al futuro intasamento dovuto alla necessità di raggiungere la fermata MM4 ain piazzale TIRANA che bloccherà la viabilità, se non ci fanno il collegamento MERULA-CHIODI già approvato, ma anche con quello la vedo comunque dura…..per Noi di Buccinasco non sarebbe comunque la soluzione in caso di code in quanto tale soluzione è troppo adiacente al Cavalcavia Giordani dove le code al mattino ci sono già adesso…….

  • Anonimo

    “Buccinasco vuole il laghetto di via Lario !!!”
    Solo quello??
    Mmmm!
    S’inizia con l’esproprio d’un laghetto, per arrivare all’esproprio di chissà quant’altro .
    A Bucinasco, non si dormono più sonni tranquilli.

    La PROPRIETA’ è un furto!….Da parte di questa amministrazione.

    Ps.

    All’anonimo:

    Magari arrivassero anche le donnine di facili costumi!

  • angelo vendramel

    COMPLIMENTI …FINALMENTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.