#Buccinasco Letti e cucine dentro l’azienda di pelletteria: è il terzo caso in pochi mesi – Dopo il sopralluogo il sindaco Rino Pruiti ha firmato un’ordinanza di sgombero immediato .

Dopo il sopralluogo dei tecnici del Settore Urbanistica insieme al Comando dei Carabinieri per la Tutela del Lavoro di Milano, ai Carabinieri di Buccinasco e ai Vigili del Fuoco, il sindaco ieri sera ha firmato un’ordinanza prescrivendo ai titolari di un capannone di via Toscana lo sgombero immediato dei locali illegittimamente adibiti a fini abitativi 

Buccinasco (9 maggio 2019) – Strutture in legno trovate in prossimità del vano scale e adibite a stanza da letto, giacigli e indumenti, bombole gas/gpl accatastate, zone adibite a cucina e lavanderia, impianti elettrici aerei privi di idonea certificazione. 
È quanto ha trovato ieri pomeriggio il personale del Settore Urbanistica del Comune, durante un sopralluogo presso un immobile in via Toscana 10, a seguito di una segnalazione da parte del Comando Carabinieri per la Tutela del Lavoro di Milano. Con loro anche i militari della Stazione dei Carabinieri di Buccinasco e i Vigili del Fuoco (informata anche ATS Città Metropolitana).

Il capannone è di proprietà di una società milanese ed è destinato a uso produttivo ma viene utilizzato anche come abitazione, presumibilmente per i dipendenti della società di pelletteria di origine cinese, affittuaria dell’immobile.

Nel tardo pomeriggio, dopo il sopralluogo, il sindaco Rino Pruiti ha firmato un’ordinanza prescrivendo alla proprietà, alla titolare della pelletteria e a tutti gli occupanti dell’immobile di provvedere all’immediato sgombero dei locali illegittimamente adibiti a fini abitativi, attuando gli interventi necessari volti a impedire l’utilizzo improprio dell’immobile.

“Si tratta del terzo caso in pochi mesi – commenta il sindaco di Buccinasco – scoperto grazie ai nostri tecnici comunali e alle Forze dell’Ordine, una sinergia importante che ci ha permesso di individuare abusi non solo dal punto di vista urbanistico. Ritengo ci sia un filo conduttore in queste situazioni che il nostro controllo capillare ha fatto emergere e che stiamo approfondendo e indagando”.

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.