#Buccinasco Avviso assegnazione case popolari

Le modifiche al Regolamento Regionale 4 agosto 2017 n. 4 “Disciplina della programmazione dell’offerta abitativa pubblica e sociale e dell’accesso e della permanenza nei servizi abitativi pubblici”, cui si faceva riferimento nelle comunicazioni precedenti, sono state pubblicate sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia in data 12 marzo 2019.

Pertanto, si informa che il nuovo Avviso per l’assegnazione delle case popolari sarà pubblicato presumibilmente nel mese di giugno 2019, salvo diverse indicazioni da parte di Regione Lombardia. Fino alla pubblicazione delle graduatorie relative al nuovo Avviso, resteranno valide quelle attualmente in vigore.

L’Avviso conterrà tutte le informazioni utili per la presentazione della domanda. In attesa della sua pubblicazione, si ritiene opportuno evidenziare alcuni aspetti:

1. Possono presentare domanda i soggetti in possesso dei requisiti di cittadinanza, residenza, situazione economica, abitativa e familiare specificati nell’art.7 del Regolamento Regionale del 4 agosto 2017 n. 4;

2. Le persone interessate dovranno essere, inoltre, in possesso di: 

  • Attestazione ISEE in corso di validità;
  • PIN della Tessera Sanitaria (Carta Regionale dei Servizi o della Carta Nazionale dei Servizi) qualora non si sia in possesso delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), per l’accesso alla piattaforma informatica che consentirà la presentazione della domanda.

Per il rilascio del PIN della CRS/CNS: 
rivolgersi agli Sportelli dell’ATS MILANO – di via Marzabotto 12 a Corsico (dal lunedì al venerdì dalle ore 8:45 alle ore 13:00) o di via dei Lavoratori 42 a Corsico (dal lunedì al venerdì dalle ore 13:30 alle ore 16:00). 
Oppure consultare tutto l’elenco degli sportelli abilitati sul sito di Regione Lombardia http://www.crs.lombardia.it

3. I nuclei familiari che presentano una condizione economica pari o inferiore a 000 euro ISEE dovranno mettersi in contatto con i Servizi Sociali del Comune di residenza per il rilascio dell’Attestazione relativa alle condizioni di indigenza, documento necessario per presentare la domanda di assegnazione. Su questo punto, seguirà specifica comunicazione che indicherà tempi e modalità per il rilascio dell’Attestazione.

4. I cittadini di stati non appartenenti all’Unione Europea dovranno possedere, in sede di verifica dei requisiti di accesso, la documentazione di cui all’articolo 3, comma 4, del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa), che attesti che tutti i componenti del nucleo familiare non possiedono alloggi adeguati nel Paese di provenienza.


Per informazioni:
Servizio Politiche abitative tel. 0245797.338-335

9 commenti

  • Anonimo

    Egr. Sindaco,

    con queste prerogative, tutte le famiglie sinti, hanno il diritto d’ottenere la casa dall’ALLER
    Quindi perché spendere 500.000€ per spostare il campo? Quando poi spostato entreranno nelle case popolari?

  • el pret de ratanà, caspita che ideona , sei stato a lezione dal consigliere gnè gnè della Lega? Dunque, si libera un alloggio ogni anno, ipotizzando che il bando venga vinto sempre da un abitante del campo sinti ed essendo 20 le famiglie …. ci vorranno 20 anni per svuotare il campo, riprova dai.

  • Anonimo

    Ebbene Sindaco
    Era questo che volevo sentire dire da Lei, e delle vostre intenzioni di dare a tutti i sinti una casa popolare
    Quindi, tutte le volte che si libera una casa, assiomatico è, che andrà a una famiglia sinti nullatenente. A dispetto di tutte le altre domande di altri Cittadini. E non ci crede nessuno che ci vorranno 20 anni perché “l’etnia” abbia la casa popolare.
    Dopo aver sprecato tra altro 500000€.
    Un boomerang che gli si ritorcerà contro

  • Anonimo

    “Dunque, si libera un alloggio ogni anno, ipotizzando che il bando venga vinto sempre da un abitante del campo sinti ed essendo 20 le famiglie …. ci vorranno 20 anni per svuotare il campo, riprova dai.”

    Già ma nel frattempo le famiglie sinti si saranno come minimo quadruplicate, e allora, quante case ancora gli dovremmo dare??
    .Un eterno “loop”

  • non hai capito una sega , il bando case popolari è per tutti, per tutta la provincia, la casa può essere a Rozzano o a Gaggiano o a Corsico, si va dove si libera e il punteggio vale per tutti… riprova dai.

  • Anonimo

    Preclaro Sindaco, chiedo venia per averla fatta “inalberare.”

    Per la proprietà commutativa:

    “cambiando l’ordine degli addendi della addizione, la somma non cambia!”
    O Buccinasco, Rozzano o a Gaggiano o a Corsico, etc..etc…. sempre ai suddetti andrà la casa

    ………………………………….ooOoo…………………………………….

    Ho letto sulla Città di Corsico in data 9/4/2019 un riscontro ad un’istanza richiesta al Comune di Corsico. (senz’altro Lei ne sarà certamente edotto)
    Ebbene, in data 1/4/2019 su una popolazione di 35184 abitanti. gli italiani sono 29465, di conseguenza gli stranieri sono 5719 quasi il 20% degli Italiani, tutti desiderosi d’ottenere una casa popolare (Sic!)

    Ora anch’io come Cittadino Le chiedo istanza:

    Son certo cose che Lei saprà a menadito, e non avrà nessuna remora nel dar risposta

    Nel 2017 la popolazione di Buccinasco era di 27245 abitanti; di questi quanti sonno gli stranieri nel nostro Comune??

  • i Sinti sono italiani dal 1400 DC, gli stranieri di Buccinasco sono 1200, quasi tutti con redditi oltre i 35.000 euro anno, il grosso sta a villaggio rovido.

  • Raffaele

    Dove posso guardare la graduatoria..grazie.

  • non c’è graduatoria, si partecipa appartamento per appartamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.