E’ nostro dovere proteggere #Buccinasco dall’odio

La situazione nazionale è quello che è, posso fare molto poco per cambiare le cose. Anni di crisi economica e sociale, errori governativi e di TV spazzatura, alimentati da forze politiche che hanno fatto del tanto peggio  tanto meglio (per loro), sono irrecuperabili a breve termine.

L’odio sociale, il menefreghismo e l’anti-politica vanno per la maggiore.

Nel nostro piccolo mondo di Buccinasco Italia le cose non sono migliori: vandalismo in aumento, disprezzo della cosa pubblica, insulti alle istituzioni, scritte e ingiurie su molti muri… il tutto nonostante la composizione sociale del nostro comune sia economicamente medio alta, se non altissima con diverse dichiarazioni dei redditi che superano i 500mila euro di imponibile, siamo tra i primi 40 comuni italiani (su 8000) per ricchezza economica e patrimoniale.

Anche qui a Buccinasco c’è chi soffia sul fuoco dell’odio, illudendosi di collezionare consenso e voti per i prossimi appuntamenti elettorali.

Non passa giorno che una parte della nostra opposizione non si scagli contro l’istituzione, accusandoci di non tutelare il bene comune, inventando situazioni e fatti inesistenti, così scaldando gli animi dei cittadini.

Giusto criticare e incalzare chi governa, ma utilizzare la menzogna e la maldicenza porta solo problemi e allontana i cittadini dall’istituzione più vicina a loro, forse l’unica che se ne occupa veramente: il comune.

In questi momenti, auspico che le forze politiche cittadine, assumano un ruolo serio e responsabile, salvaguardando le differenze ideologiche ma riconoscendosi in un comune denominatore istituzionale.

Se questo non accadrà, le responsabilità saranno pesanti.

Non ci sono scorciatoie possibili per risolvere i problemi, non ci sono bacchette magiche, bisogna che tutti se ne facciano una ragione e contribuiscano alla coesione sociale per far fronte ai problemi.

Rino Pruiti
Sindaco Buccinasco Italia

Un commento

  • Condivido quanto scritto dal Sindaco.Bisogna passare alle realizzazioni in campo ambientale a cominciare dalla riqualificazione arborea di via Di Vittorio fiore all’occhiello della città

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.