#Buccinasco: Rifiuti tossici Gudo Gambaredo, la polizia locale individua i responsabili

BUCCINASCO – Almeno una dozzina di fusti, bidoni e taniche. Dentro, rifiuti pericolosi, solventi, fanghi nocivi. Li hanno scoperti gli agenti della polizia locale guidati dal comandante Matteo Lai che hanno trovato il materiale abbandonato sul ciglio della strada a Gudo Gambaredo. Durante l’attività di controllo del territorio, gli agenti hanno scoperto la discarica a cielo aperto.

Le indagini
Da subito si sono messi sulle tracce dei responsabili: una società che fornisce solventi alle tintorie e si occupa anche di recuperare i fanghi della lavorazione e del conseguente smaltimento. Un’azienda, secondo i primi rilievi, situata a San Donato Milanese. I fusti sono stati sequestrati, mentre il resto del materiale (cartone e altri rifiuti) è sotto analisi da parte di Amsa, a cui il Settore ambiente del Comune ha conferito l’incarico per capire l’esatta natura dei rifiuti.

Anche amianto secondo le prime analisi
Dalle prime analisi, pare ci siano anche residui di cemento amianto. I rifiuti non saranno rimossi subito: serve agire in condizioni di estrema sicurezza. “Ringrazio la nostra polizia locale – dichiara il sindaco Rino Pruiti – per l’attività di controllo del territorio e per l’attenzione meticolosa con cui sta svolgendo le indagini. L’abbandono di rifiuti pericolosi è un grave reato ambientale, speriamo vengano individuati con certezza i responsabili a cui addebiteremo anche i costi di smaltimento.

Vigilare sul nostro territorio è fondamentale – continua Pruiti – e consideriamo importante il contributo di cittadini e associazioni che quotidianamente percorrono il nostro Comune e segnalano episodi come questi, atti vandalici o altri danneggiamenti. Grazie alla collaborazione di tutti, possiamo intervenire per quanto ci è possibile in tempo reale ed evitare situazioni critiche”.

Francesca Grillo

fonte: http://giornaledeinavigli.it/cronaca/rifiuti-tossici-gudo-gambaredo-la-polizia-locale-individua-responsabili/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.