#Buccinasco: Patto per il Lavoro, da lunedì navetta gratis Buccinasco verso zona industriale

Sindaco Rino Pruiti : “Abbiamo ascoltato le esigenze delle aziende e abbiamo investito fondi per favorire il trasporto verso una zona ancora non servita”.

Buccinasco (30 maggio 2018) – Da lunedì 4 giugno sarà attivo il servizio di trasporto pubblico gratuito tra la via Emilia e la zona di via Azalee, finanziato interamente dall’Amministrazione comunale per favorire cittadini e lavoratori che hanno la necessità di raggiungere la zona industriale di Buccinasco a ridosso della Tangenziale ovest confinante con il Comune di Trezzano sul Naviglio.

Una risposta alle richieste delle stesse aziende che si sono rivolte all’Amministrazione comunale, trovando ascolto e avviando un dialogo importante: “Abbiamo ascoltato le esigenze delle aziende – spiega il sindaco Rino Pruiti – e abbiamo investito fondi per favorire il trasporto verso una zona ancora non servita dagli autobus Atm, in modo da agevolare sia i lavoratori sia chi si reca agli orti di via dei Lavoratori. Alle aziende però abbiamo chiesto l’impegno a sottoscrivere un protocollo di intesa con lo Sportello Lavoro comunale con l’obiettivo di inserire nel mondo del lavoro cittadini di Buccinasco, in particolare persone in difficoltà che hanno già attivato percorsi di orientamento e riqualificazione professionale. Sosteniamo così il lavoro a 360 gradi, forniamo un servizio utile alle aziende e chiediamo anche a loro di fare lo sforzo di contribuire alla nostra comunità”.

Dove:
Partenza dal capolinea di via Emilia (ang. via della Resistenza) – fermata via Emilia parcheggio campo sportivo (nei pressi del capolinea ATM) – fermata via dei Lavoratori (orti comunali) – fermata via dei Lavoratori (direzione via Azalee) – fermata via del Commercio (civico 46) – fermata via del Commercio (civico 11).

Quando:
Le corse partiranno dal capolinea alle ore 6.45, 7.10, 7.30; di pomeriggio alle ore 18.10 e alle ore 18.30. Il servizio sarà attivo per tutto l’anno, ad eccezione del mese di agosto.

Percorso e orari sono sperimentali, si verificherà nel tempo l’eventuale necessità di variazioni.

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

7 commenti

  • Bella iniziativa: cose serie !
    Grazie Rino.

  • sax

    Rino,
    da qualche settimana accompagno mia figlia in via dei Lavoratori poco dopo la fermata “Orti” e ho notato un po’ di cose.

    Non capisco il razionale dietro gli attuali orari:
    – Non penso che negli orari di partenza del mattino ci siano anziani che si recano agli orti per poi rimanerci sino alle 18 in attesa del bus di ritorno.
    – Gli orari usuali di inizio lavoro sono 8:00 – 8:30 – 9:00 : a che serve un bus che parte alle 6:45.
    – Ogni mattina incontro diverse persone all’altezza di via Scarlatti / via per Rovido che percorrono a piedi la strada verso via dell’Industria. Tra questi c’è un disabile con grossi problemi motori che lavora presso la piattaforma ecologica e tre giovani ragazze.

    Senza variare il numero delle corse per non impattare i costi del servizio, non sarebbe possibile aggiungere una fermata presso l’ingresso del villaggio Rovido ed uno di fronte alla piattaforma ecologica (sarebbe utile anche a chi lavora nell’area di via delle Azalee) ?

    Sostituire la prima o seconda partenza del mattino con una alle 8:00 – 8:15 ?
    Per inciso non ho mai visto nessuno a bordo della corsa delle 7:10.
    Grazie

  • Sax, orari e fermate sono frutto di una lunga trattativa e tanti ragionamenti, un servizio completo sarebbe costato 200mila euro anno, non possiamo farlo per ora. Aumentare il numero delle fermate forse si, invio la proposta agli uffici

  • sax

    Anche questa mattina ho incrociato il disabile e le ragazze in salita sul ponte alle 8:25.
    Non credo che, in questo momento, in attesa di Amazon Logistic, siano necessarie più corse ma solo una rivisitazione degli orari probabilmente è utile.
    Grazie per l’interessamento.

  • Francesca

    Buongiorno,

    la necessità del cambio di orario è reale, anche perché la navetta è sempre vuota, ma cambiando gli orari ci sarebbero delle persone che ne usufruirebbero.
    Il percorso è pericoloso, ci sono macchine che sfrecciano, e la non pulizia ai bordi della strada non aiuta a rendere più agevole il passaggio.

  • Francesca, stiamo cercando di cambiare gli orari ma costerà di più al comune, tieni sempre presente che paga la collettività con le tasse una utenza di 30 persone ci costa 55 mila euro anno… va bene migliorare ma i miracoli non riusciamo a farli.

  • Francesca

    Buonasera,

    proprio perché la comunità paga tutti quei soldi, l’ideale sarebbe avere un servizio che faccia si, che quei soldi siano ben spesi.

    Francesca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.