M4, LA GIUNTA DI BUCCINASCO APPROVA L’ACCORDO PER LO STUDIO DI FATTIBILITÀ

A pochi giorni dall’incontro con Regione, Città metropolitana e Comuni di Milano, Corsico e Trezzano, a Buccinasco non si perde tempo e si dà mandato a MM di avviare il progetto per l’arrivo della metropolitana nel nostro territorio

Buccinasco (4 agosto 2017) – M4, si procede a passi spediti perché il sogno diventi realtà, perché si realizzi in tempi brevi il progetto che disegnerà un nuovo futuro per il sistema dei trasporti di Buccinasco.

Lo scorso 28 luglio, a soli due giorni dall’incontro convocato dall’assessore alla Mobilità di Milano Marco Granelli, la Giunta comunale di Buccinasco ha approvato la delibera che di fatto mette nero su bianco la volontà di Regione Lombardia, Città metropolitana e Comuni di Milano, Buccinasco, Corsico e Trezzano sul Naviglio di finanziare il progetto di fattibilità per il prolungamento della linea M4 della metropolitana. Un progetto indispensabile e propedeutico alla successiva realizzazione di un’infrastruttura che per Buccinasco è strategica e fondamentale: la fermata della M4 nel nostro Comune o a un passo dal confine milanese con Buccinasco, proprio nei pressi dell’area dove già oggi sono in corso i lavori per il deposito.

“Fin da quando sono iniziati i lavori per il deposito – spiega il sindaco Rino Pruiti – abbiamo chiesto che lì si realizzasse anche una fermata (così come previsto anche nel Piano della mobilità sostenibile di Milano), in modo che la M4 non si fermasse a San Cristoforo ma arrivasse a Buccinasco per servire anche il nostro territorio, per poi proseguire eventualmente in futuro anche a Corsico e arrivare fino a Trezzano. Ora non siamo gli unici a volerlo, con noi e gli altri Comuni coinvolti ci crede anche la Regione che finanzierà il progetto con 70 mila euro. Milano stanzierà 35 mila euro, il resto sarà ripartito tra Buccinasco, Corsico e Trezzano”.

“Il prolungamento della M4 fino a Buccinasco – conclude Pruiti – porterà un enorme beneficio a tutto il Sud ovest milanese e potrà contribuire a rivoluzionare davvero i nostri spostamenti verso Milano. Se tutti gli enti coinvolti approveranno le delibere entro settembre, MM potrà iniziare il progetto da realizzare entro sei mesi circa”.

15 commenti

  • el pret de ratanà

    Prima di Lui ( il Podestà), un Altro diceva le stesse cose.
    “La MetroTripolitania è per sempre!” Poi è andata come è andata (Sic!)
    ILLUSI! 12000 euri i buttati nel cesso! Per fare una fermata MM4 (a loro insaputa) e non certo a Bucinasco
    Come allora ancora adesso!

    L’è tut un Ambaradan!!

    El pret de Ratanà (Monumentale della città campo 20 tomba 93A lato ovest)

  • el pret de ratanà … scriveva che non arrivavo nemmeno al ballottaggio, miiiii che risateeeeee , vai così

  • el pret de ratanà

    Un sindaco eletto dal 23% della popolazione (la più bassa di tutti i tempi) non può e non deve arrogarsi a governare!
    In tal caso semmai il Prefetto. Col solo 1/5 dei voti per me e non solo,( ma anche per lei ne sono alquanto sicuro) di fatto è una sconfitta.
    Quando si guarda allo specchio ricordi sempre:
    Che dall’80% dei suoi Concittadini, lei non è amato!
    Tutt’altro!

    El Pret de Ratanà (Monumentale della città Campo 20 Tomba 93A lato ovest)

  • el pret de ratanà tu non stai bene, la democrazia e le regole vanno rispettate, chi non vota ha sempre torto. Che ne sai cosa pensa o vuole chi non ha votato? Curati.

  • el pret de ratanà

    Caro Podestà sindaco, ho fatto un sondaggio. ( Lo faccia anche Lei, per “tastare il polso ai suoi concittadini”) Dirò di più!
    Da quel 23% dei suoi votanti, tolga gli “Ortisti” che l’hanno votata a suo tempo.
    Ora la vedono come “fumo negli occhi!”

    El pret de Ratanà (Monumentale della città campo 20 tomba 93A lato ovest)

  • el pret de ratanà se lo dice lo scemo del paese sarà vero 🙂

  • el pret de ratanà

    Chi è quell’Ortista che ha scritto:

    “IL SINDACO E’ ATTESO SULLA RAMBLA”

    A saperlo!

  • Buongiorno Rino,

    da un’attenta lettura dell’accordo siglato lo scorso 26 luglio, si evince (dall’art. 2 “Finalità dell’accordo”) che lo studio di fattibilità rappresenta una PRIMA FASE propedeutica al PTFE (Progetto Tecnico di Fattibilità Economica) il cui costo complessivo preventivato da MM è di circa 2,5 milioni di €.
    Premessa l’indubbia importanza dell’accordo, sarebbe a mio avviso opportuno un tuo chiarimento in merito ai seguenti punti:
    1. Quali condizioni dovranno essere verificate affinchè si possa passare dalla prima fase dello studio di fattibilità alla seconda fase del PTFE ?

    Nel caso, auspicato, si giungesse al PTFE esiste già un accordo di massima in merito alla suddivisione dei costi di finanziamento dello stesso, considerando che gli importi incomincerebbero ad essere più rilevanti per tutti gli Enti coinvolti, o sarebbe necessario sottoscrivere un nuovo accordo ?
    Se per lo studio di fattibilità sono previsti al massimo 6 mesi quali sarebbero le tempistiche previste per la realizzazione del PTFE ?

    Chiarendo questi aspetti saremo tutti in grado di comprendere meglio l’evoluzione del progetto.
    Grazie in anticipo per le risposte.

  • Marco –
    1) deve essere conveniente farlo, ovvero le risultanze dello studio di fattibilità devono essere positive per almeno una delle tre ipotesi che saranno studiate.

    2) Quando si arriva a cifra di 2.5 milioni, comuni come il nostro non possono più partecipare economicamente, se ne deve occupare la regione , Milano o lo stato centrale. Credo che uno studio serio prenda almeno un anno (PTFE)

  • Grazie Rino per le chiare risposte che mi auguro possano essere utili a sgomberare i dubbi e la cattiva informazione che qualcuno sta cercando di alimentare ad hoc (come sempre) in merito all’accordo dello scorso 26 luglio.
    Immagino poi che riferirai, a beneficio di tutti gli interessati, lo stato di avanzamento all’interno del prossimo Consiglio Comunale.

    Relativamente al punto n° 1 sarei piuttosto ottimista in quanto le risultanze del PUMS ci dicono che il rapporto beneficio/costi risulta pari a 3,14 per l’ipotesi minima di estensione al Ronchetto e di 1,59 per l’ipotesi di prosecuzione oltre l’area del Ronchetto (le fattibilità sono considerate positive nell’ipotesi di rapporto beneficio/costi > 1).

    Qualora fossero confermati tali indicatori dovrebbe pertanto essere quasi automatico procedere verso il PTFE.

  • Buongiorno Rino,

    ben tornato dalla meritata pausa estiva che spero possa essere stata anche per te rigenerante ! 🙂
    Con settembre come ben sai tornerà anche il “tormentone” della M4.
    La mia domanda è semplice.
    Alla data odierna ci sono aggiornamenti in merito alle delibere di Giunta di Corsico e Trezzano sul Naviglio per assegnare anche formalmente l’incarico a MM Spa entro il mese corrente ?
    Nel caso non fossero ancora avvenute tale delibere dalle tue conoscenze ci sono previsioni ?

    Grazie come sempre in anticipo per le risposte.

  • Marco, delibere fatte, procediamo

  • Ottima notizia ! 🙂

    A questo punto dovrebbero essere rispettate le tempistiche previste dall’accordo dello scorso 26 luglio e pertanto lo studio di fattibilità dovrebbe essere commissionato ufficialmente a MM entro il mese di settembre.

    Ritieni quindi che nei prossimi mesi MM possa (come previsto dall’accordo art. 5 “Ulteriori impegni”) prendere contatti con le singole Amministrazioni locali (e quindi anche con Buccinasco) al fine di ottenere il necessario supporto conoscitivo locale ?

    Grazie.

  • Marco , si certo, è scontato.

  • Buongiorno a tutti i lettori del blog,

    vi segnalo un’importante notizia che ci conferma come la nostra richiesta di estensione della linea M4 sia anche PROFONDAMENTE LEGATA al progetto di realizzazione del futuro Ospedale dei Santi che nascerà in seguito all’aggregazione degli Ospedali San Carlo e San Paolo.

    Riporto di seguito le dichiarazioni dell’ Assessore Regionale Gallera nella conferenza stampa del 11 settembre 2017:

    “Grazie a una proficua collaborazione con il Comune di Milano – ha sottolineato l’assessore -, abbiamo scelto la zona San Cristoforo/Ronchetto sul Naviglio, anche per garantire la centralità dei due presidi attuali in coerenza con i flussi dei pazienti residenti nell’immediato hinterland. Con soddisfazione abbiamo inoltre accolto la decisione di Palazzo Marino di prevedere una fermata della metropolitana da realizzarsi in prossimità dell’ospedale”.

    Oltre ad essere ribadita la necessità di una nuova fermata della M4, il nuovo Ospedale costituirà una nuova importante infrastruttura che migliorerà la qualità dei servizi anche per il comune di Buccinasco.

    A questo punto mi viene da pensare che lo studio di fattibilità commissionato a MM debba necessariamente tenere in dovuta considerazione anche lo studio di fattibilità da poco finanziato per il futuro Ospedale dei Santi.

    Che ne pensi Rino ?

    Grazie.

    Link completo dell’articolo:

    http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/lombardia-notizie/DettaglioNews/2017/09-settembre/11-17/gallera-polo-universitario-santi-paolo-carlo

Rispondi