#BUCCINASCO: AGLI SCOUT IL BOX DELLA ‘NDRANGHETA

Sarà l’associazione CNGEI di Buccinasco a gestire il bene confiscato di via Aldo Moro dove fu tenuto sotto sequestro Cesare Casella. Proprietà dell’Ente dallo scorso anno, fino ad oggi nessuno voleva occuparsi del bene. Ora sarà utilizzato dai giovani esploratori

Buccinasco (22 luglio 2017) – Per un breve periodo vi fu tenuto sotto sequestro il giovane Cesare Casella rapito nel 1988 a Pavia. Prima di essere portato in Calabria, trascorse qualche giorno chiuso in un ampio box in via Aldo Moro, in una zona residenziale di Buccinasco. Ora nello stesso box, entreranno in libertà altri giovani, gli scout dell’associazione CNGEI che hanno risposto all’avviso pubblico dell’Amministrazione comunale a cui il bene è stato assegnato dall’Agenzia Nazionale per l’Amministrazione e la Destinazione dei Beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. L’associazione lo utilizzerà come magazzino e deposito, così come previsto dal Comune.

L’immobile è stato confiscato alla ‘ndrangheta 20 anni fa, con un provvedimento del Tribunale di Milano risalente al 1997 e divenuto esecutivo nel 2002. Solo lo scorso anno è stata estinta l’ipoteca volontaria che pesava sul bene e quindi il Comune ha potuto finalmente acquisirlo a titolo gratuito in via definitiva. Di fatto il bene era già destinato all’Ente ma solo provvisoriamente. E d’altra parte nessuno fino ad oggi aveva voluto occuparsene. Ora comincia un’altra storia, una storia che scriveranno i giovani esploratori di Buccinasco con i loro progetti innovativi sul riciclo.

Intanto proprio oggi, sabato 22 luglio, farà tappa a Buccinasco il Festival dell’impegno civile “Le terre di don Diana” che si svolge interamente in beni confiscati. Dalla Campania, oggi si sposta per un appuntamento straordinario proprio nell’ultimo bene confiscato a Buccinasco e assegnato al Comune, la villa di via Nearco. L’appuntamento è per oggi, sabato 22 luglio a partire dalle 17 con racconti, buon cibo e il concerto dei DescargLab nel vicino parco di via Petrarca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.