#Buccinasco Più, non c’è accordo tra i condomini

Durante l’assemblea di giovedì scorso il sindaco ha ribadito le proposte dell’Amministrazione, ma non tutti i cittadini del quartiere intendono partecipare alle spese per la manutenzione della piazza privata ad uso pubblico

Buccinasco (13 marzo 2017) – Rendere più vivibile la zona di Buccinasco Più con una migliore gestione della raccolta dei rifiuti, la pulizia della piazza e altri piccoli interventi. Con questo obiettivo l’Amministrazione comunale l’altra sera ha convocato le 500 famiglie del quartiere di via Guido Rossa per discutere insieme della proposta di accordo con il supercondominio per la manutenzione della piazza. Una piazza che il Comune oggi non può modificare perché è “privata ad uso pubblico”, come stabilisce la convenzione ventennale firmata nel 2004 dai cittadini residenti.

Lo ha spiegato il sindaco Giambattista Maiorano e lo ha ribadito l’avvocato incaricato dal Comune che ha specificato come a tutti i condomini del quartiere spetti la manutenzione della piazza e come per tutti sarebbe conveniente accettare l’aiuto del Comune per poter insieme rendere più vivibile la zona con la possibilità di apportare alcune piccole modifiche. “Non tutti hanno accettato la nostra proposta – spiega il sindaco – e francamente ne siamo delusi anche se non sorpresi, visto che l’assemblea dell’altra sera è solo l’ultimo di una serie di incontri. In questi anni l’impegno dell’Amministrazione è stato massimo per cercare una soluzione per la piazza, un modo che ci permettesse di fare qualcosa per il quartiere senza ovviamente esporci dal punto di vista legale. La piazza è privata e non può spettare al Comune né la manutenzione ordinaria né quella straordinaria, il Comune può però intervenire per la sicurezza dei cittadini, ed è per questo che, firmando l’accordo, potrebbe occuparsi della spalatura della neve e di altri piccoli interventi. Ognuno però dovrebbe essere disposto a fare la propria parte, ci auguriamo che nelle assemblee di condominio si trovi un compromesso”.

Non è escluso che il Comune stipuli un accordo con i soli i condomini che si affacciano sulla piazza.

Per quanto riguarda l’inquinamento e la bonifica necessaria dopo le inchieste penali, il sindaco ancora una volta ha rassicurato i cittadini: “Vivere a Buccinasco Più non è pericoloso, i materiali trovati sotto il terreno sono per lo più scarti di edilizia e non ci sono inquinanti dannosi per la salute; anche la falda è intatta. Abbiamo effettuato oltre 150 carotaggi che hanno dimostrato che possiamo stare tranquilli. Anche le tracce di fibre di amianto trovate in tre celle non costituiscono un pericolo e saranno ovviamente trattate con le dovute precauzioni quando si procederà con la rimozione totale dei terreni con presenza di rifiuti. Non possiamo illuderci, l’intervento non sarà a breve termine perché il costo è di 12 milioni di euro, una cifra non sostenibile da una qualsiasi Amministrazione comunale. Abbiamo comunque già chiesto finanziamenti a Regione e Ministero dell’Ambiente”.

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

12 commenti

  • Scusa Rino ma perché gli inerti “sicuri” non possono restare dove sono? Gli alberi attecchiscono molto meglio su un terreno misto perché le radici che si infilano tra gli inerti devono scendere in profondità e fanno una presa maggiore. Altro discorso ovviamente per le celle che presentano traccie di amianto.

  • Desa

    È possibile pubblicare quali civici NON sono d’accordo? Mi pare si tratti di una minoranza (so che serve l’unanimita)
    Solo per chiarire chi non vuole accettare per fini egoistici…

    Grazie

  • per legge Sax.

    dopo mi faccio dire quali civici, il 30 di sicuro, in realtà è una posizione incomprensibile perchè il comune non chiede nulla, offre solo servizi e assistenza

  • andrea vigo

    per ora i certi sono: 12 e 30, amministrati da Colombo

  • Anonimo

    Messaggio non completo ed equivoco
    visto che la manutenzione verde e pulizia della piazza viene “effettuata” grazie a maggioranza civici (interni alla piazza) che hanno deciso anche di intraprendere a proprie spese azione legale contro alcuni civici “ben conosciuti” che non solo non partecipano a spese ma disconoscono convenzione 2004.
    Tanto per chiarimento verso resto cittadinanza di Buccinasco.

  • http://www.ilgiorno.it/sud-milano/cronaca/buccinasco-milano-mercato-1.2962988

    Intanto arrivano le bancarelle di un nuovo mercato…..almeno gli ambulanti la smettono di litigare tra di loro…..e magari anche qualche residente in zona farà altrettanto……

  • Anonimo

    Beh allora cerchiamo di stipulare accordo almeno con la maggioranza dei civici !

    Grazie
    Davide

  • Anonimo

    Il 6 aprile ci sarà una nuova assemblea del supercondominio.
    Lì si cercherà la maggioranza ma ovviamente bisogna partecipare.

  • Se mi invitate partecipo anche io. Vostri amministratori sanno come contattarmi. Ovviamente vale per qualsiasi condominio di Buccinasco che ritenga utile la mia presenza.

  • Anonimo

    I civici contrari e oggetto di decreto ingiuntivo per mancato pagamento sono il 12 e il 30 che ritengono di non dover contribuire alla piazza ANCHE SE LEGALMENTE E FORMALMENTE INSERITI NELLA CONVENZIONE DEL 2004.

    Il 20 e il 22 mi pare abbiano dato l’OK da poco.

    Rimane il dubbio sulla proprietà della scuola Nova Terra e il civico 10?

  • Il 10 non è in convenzione supwr condominio. Nova terra si

  • andrea vigo

    il 10 rientra in convenzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.