#Buccinasco: che fine ha fatto il nuovo distributore di gas metano, gpl e ricarica elettrica?

metanoFare le cose in un Ente pubblico è dura, specialmente a Buccinasco quando si riesce a raggiungere un obbiettivo velocemente è quasi un miracolo. Avevamo promesso di far realizzare un distributore di gas metano + Gpl + energia elettrica per autotrazione su area comunale. Il comune incasserebbe circa 50mila euro all’anno e si creerebbero almeno 5 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato, oltre all’evidente vantaggio ambientale.

Avevo individuato l’area comunale (via commercio / azalee) che è perfetta per questo scopo essendo al confine con Trezzano S.N. di fronte alla tangenziale ovest.

Nonostante le mie COSTANTI sollecitazioni, il settore “patrimonio” del Comune, non è riuscito a progettare e bandire una gara pubblica in questi 5 anni…

Un’altra occasione persa per la città. Escluderei che si riesca adesso prima del voto di maggio.

Personalmente, se sarò ancora al governo della città, mi prendo l’impegno di realizzare, finalmente, l’opera, recuperando sul mercato le competenze tecniche necessarie in tempi brevissimi, come avviene normalmente in altri comuni. Ci vuole solo più coraggio e determinazione.

DESCRIZIONE GENERALE DELL’INTERVENTO

La stazione di rifornimento (No benzina e gasolio) deve prevedere un impatto di tipo ecologico, citroenC0sia nella tipologia dei carburanti erogati (metano e gpl), sia nella modalità di fornitura energetica (charge/elettrico), garantita dall’utilizzo di pannelli fotovoltaici.

Prevedere la realizzazione di piazzali organizzati con impianti per l’erogazione di metano e gpl e appositi spazi dedicati con colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici e fabbricato adibito al punto cassa con relativi servizi igienici a norma.

Inoltre, – opzionale – si potranno avere:

– servizi dedicati alla somministrazione/ristorazione;

– attività di autolavaggio in modalità: piste per il lavaggio manuale ed impianti a portale.

A-640x426OBIETTIVI da raggiungere:

– utilizzo di un’area comunale oggi abbandonata e improduttiva;

– ottenere una entrata economica sicura in spesa corrente per il comune;

– ottenere una convenzione per il rifornimento dei nostri concittadini, cioè sconto… 5 % (?!)

– dare un servizio che oggi manca a chi ha auto ecologiche a gas o elettriche;

– evitare la concorrenza con gli attuali distributori ‘tradizionali’ sul territorio, in modo da non penalizzare l’economia locale;

– espandere la rete di distribuzione di carburanti ecologici e renderla più uniforme e capillare;

– incentivare la diffusione delle auto elettriche offrendo postazioni dedicate al rifornimento di energia di tali veicoli (in prospettiva colonnine da istallare anche nel centro urbano, sia per auto che moto e bici elettriche);

Per quanto riguarda la sistemazione esterna del piazzale, cercare di assegnare alle aree verdi la maggior superficie possibile, compatibilmente con gli spazi di manovra dei veicoli e le aree di sosta/ parcheggio.

Prima o poi ci riesco.

Rino Pruiti
Vice Sindaco
Buccinasco MI

5 commenti

  • PEPPE

    coraggio non mollare

  • Gas

    Licenziare gli addetti del settore patrimonio sarebbe una buona idea per risparmiare.

  • TempodiMigrare

    Ma non sarebbe meglio lasciare perdere GPL e Metano che sono gia’ serviti dal privato? Inoltre GPL e Metano devono stare a distanze siderali dall’abitato, come torna a casa uno con l’auto elettrica? Preferirei che il comune cominciasse a far installare colonnine elettriche nei parcheggi dove le auto ci sono davvero.

  • TempodiMigrare, c’è il progetto di mettere anche colonnine se hai letto post, per ora le auto elettriche sono veramente poche. Il distributore sarà privato su terreno comunale, il più vicino è al lorenteggio o in tangenziale. Le norme sui distributori le conosco, per questo il progetto è fattibile li, anzi direi perfetto, sotto quel terreno passa conduttura del metano.

  • Mirco

    Davvero un’ottima iniziativa Coraggio Rino continua così!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.