“I nostri comuni siano coesi per prolungare la M4 sul nostro territorio” Boitani: “Il prolungamento della M4 nel sud ovest è il progetto più sensato e di più semplice realizzazione”

metro-m4-trenoVenerdì 23 settembre ha avuto luogo, presso la sala La pianta di Corsico, un importante incontro, aperto a tutta la cittadinanza e presieduto dai primi cittadini dei comuni del sud ovest interessati, Buccinasco, Corsico, Cesano Boscone e Trezzano sul Naviglio, per discutere del prolungamento della linea 4 della metropolitana, tuttora in costruzione e con inaugurazione prevista per il 2022. L’incontro, molto seguito e con ampi spazi dedicati all’approfondimento dei dati tecnici e al dibattito, è stato organizzato dalla lista civica Insieme per Corsico, e vi hanno partecipato molte civiche del territorio, come la lista Per Buccinasco, che già negli scorsi mesi aveva lungamente affrontato l’argomento.

Lo scorso 19 settembre i sindaci avevano già incontrato l’assessore ai Trasporti del Comune di Milano Granelli, il quale aveva promesso il proprio impegno nella questione del prolungamento della linea metro ma anche nel cercare di ridurre i disagi della circolazione delle vetture, soprattutto mattutina, dovuta alla presenza dei cantieri della M4, in prossimità delle zone di immissione dal sud ovest a Milano.

“Credo sia fondamentale continuare a portare all’attenzione di tutti queste tematiche calde – ha sottolineato Roberto Masiero, relatore della serata – come è importante disegnare un quadro con la situazione attuale e con i possibili progetti futuri, come ha evidenziato il docente di Economia politica Andrea Boitani (ospite della serata, ndr). È importante agire insieme”.

I dati presentati dal professor Boitani parlano chiaro: ad oggi, il prolungamento della linea M4 nel sud ovest, sarebbe il progetto più sensato e di più semplice realizzazione. I dati tecnici sono inattaccabili, per questo bisogna sfruttare ogni condizione favorevole per portare avanti il tutto in maniera concreta. Si tratterebbe di un investimento compreso tra i 27 e i 127 milioni di euro, in cui il percorso è già stabilito ed è già stato costruito il deposito per i treni, insomma mancherebbe solo un’effettiva stazione, che garantirebbe almeno un flusso di 20.000/30.000 persone in meno in entrata a Milano tutti i giorni, diminuendo così drasticamente non solo il traffico (e lo stress), ma anche il tasso di inquinamento. L’emendamento, presentato in Regione Lombardia dalla consigliera di Patto Civico Silvia Fossati, è stato approvato portando quindi ancora più attenzione e favorendo, quindi, la futura convocazione di un tavolo sulla questione.

“La serata ha rappresentato una somma di tutte le attività portate avanti in questi mesi per informare la cittadinanza” – ha dichiarato il vicesindaco di Buccinasco Rino Pruiti, da sempre forte sostenitore di questo progetto – “il valore aggiunto è stato l’intervento del professore dell’Università Cattolica Andrea Boitani, che ha permesso di comprendere, con ancora più chiarezza, l’attuale situazione di avanzamento dei lavori e l’effettiva fattibilità di questo progetto, per quanto riguarda il nostro territorio”.

La serata ha rappresentato un bel segnale di partecipazione corale, da parte di tutti e quattro i comuni e di tutti gli schieramenti politici: come più volte dichiarato dal vicesindaco Pruiti, ma anche dal professor Boitani durante l’incontro, Buccinasco, Corsico, Cesano Boscone e Trezzano sul Naviglio hanno bisogno di creare una rete veramente coesa per raggiungere l’obiettivo, altrimenti sembra impossibile riuscire nell’impresa. Per questo motivo insieme richiederanno lo studio di fattibilità, appoggiati dall’assessore Granelli, per vagliare almeno due ipotetiche strade di realizzazione del progetto. La ricerca di finanziamenti non sembra spaventare gli esperti: con delle condizioni così favorevoli è difficile non ottenerne.

“Si tratta di guardare lontano, si tratta di un progetto a lungo termine che oggi sembra difficile, ma che negli anni ci cambierà la vita”- ha aggiunto ancora Pruiti – “c’è bisogno di impegno e volontà, indipendentemente dalla parte politica di ciascuno di noi. Ci sono altri possibili prolungamenti delle linee metropolitane potenzialmente in atto (a Monza e al quartiere Olmi, anche quest’ultimo discusso nella giornata del 19 settembre): influire sulla scelta dipende anche da noi, non possiamo lasciarci sfuggire un’occasione così importante per noi e anche per i nostri figli e per il loro futuro”.

In base allo studio di fattibilità, attestato intorno ai 140.000 euro e solo parzialmente a carico dei comuni coinvolti, e alle proposte presentate, si sceglierà il da farsi. Sarebbe possibile inaugurare anche il tratto in questione nel 2022. In attesa del grande passo, il sud ovest si muoverà al grido di “l’unione fa la forza”?

Autore:ces – SioNo Magazine il giornale dei Navigli

Pubblicato il: 30 Settembre 2016

© RIPRODUZIONE RISERVATA

22 commenti

  • Marco

    Ciao Rino,
    ricollegandomi alle tematiche discusse nell’incontro di Corsico, volevo farti alcune domande relativamente al ruolo che dovrà essere svolto dalla “Città Metropolitana”.
    Come ci siamo detti in più occasioni il ruolo di tale istituzione sarà IMPORTANTE per garantire il successo del nostro progetto di estensione e non tutti sanno che il prossimo 9 ottobre 2016 ci sarà l’elezione del nuovo Consiglio Metropolitano da parte di Voi amministratori locali (elezioni di secondo livello).
    E’ evidente che tanto più ci saranno consiglieri eletti (anche su liste trasversali) vicini alla tematica dell’ estensione della metropolitana ed in generale dei trasporti del Sud Ovest tanto meglio sarà per tutti noi !
    Vengo alla domanda:
    Vi siete organizzati come liste civiche del Sud Ovest di Milano per concentrare le forze su candidati specifici ed avete fatto “attività di endorsmen” anche verso TUTTE le forze politiche del SUD OVEST di Milano al fine di evitare una dispersione dei voti che potrebbe solo penalizzarci ?
    L’ultima considerazione è che oggi siamo, secondo me, abbastanza rappresenti considerando che oltre al consigliere Masiero siedono in Consiglio anche i sindaci di Cesano Boscone e di Assago e quindi 3 rappresentanti su 24; il problema sarà quello di capire se queste proporzioni saranno confermate o meno dopo il 9 ottobre 2016 …

  • Marco, il 9 ottobre si vota. Unico candidato di tutto il sud ovest è Masiero. Come civici abbiamo inserito nella lista unitaria altri 3 candidati. E’ stata fatta alleanza con lista civica di Sala (lo stesso sindaco voterà per noi). Quindi è probabile che avremo almeno 3 consiglieri eletti. Il lavoro che chiedi è stato fatto a luglio e agosto, io come coordinatore del sud ovest ho fatto la mia parte. Lunedì ci vediamo con i nostri sindaci e consiglieri eletti (civici).

  • Comunque non vi preoccupate, che in campagna elettorale saranno tutti per la M4 (tranne poi dimenticare un secondo dopo il voto), oggi persino i grillini buffoni di Buccinasco sono a favore…

  • Marco

    Bene Rino ! 🙂
    è stato utile ricordarlo che il lavoro è già stato fatto nei mesi passati anche perchè io personalmente non lo sapevo e credo non lo spessero anche molti altri cittadini del Sud Ovest.
    Allora, anche se sembra strano, per una volta siamo noi cittadini ad augurarVI buon voto ! 🙂

  • Marco, nessuno lo sapeva ma adesso esiste 😉

  • Ho letto sul Giorno che grillini locali hanno rispolverato il car pooling per andare a Milano….

    E’ sul tornare da Milano dopo il car pooling dell’andata che credo abbiano qualche problemino….

  • Al Sindaco e ai Consiglieri/e Comunali del Comune di Buccinasco.

    Gentile Sindaco, gentili Consigliere/i,

    Nel momento in cui mi presento alle prossime Elezioni Metropolitane come candidato civico per il Coordinamento delle Liste Civiche del Sud Ovest nella lista unitaria “C+ MILANO METROPOLITANA “, vorrei condividere con tutti voi, Amministratori e Consiglieri di maggioranza e di minoranza , alcune priorità che credo il prossimo Consiglio Metropolitano debba perseguire.

    Il 9 ottobre si terranno le elezioni per il Consiglio Metropolitano Milanese. E’ un momento importante. Nonostante i problemi sperimentati nei suoi primi 2 anni di vita, la Città Metropolitana (CM) rimane infatti una importante scommessa che dobbiamo vincere insieme, innanzitutto andando a votare ed evitando l’astensionismo.

    La “Grande Milano”, comprensiva della sua dimensione metropolitana è la realtà italiana che può maggiormente ambire a competere con le grandi Città Metropolitane internazionali. Ma perché ciò sia possibile è necessario superare lo storico dualismo fra il capoluogo e la provincia.

    Per far questo occorre impegnarci tutti, al di là delle divisioni di partito, su alcuni grandi progetti:

    · ottimizzazione e potenziamento del sistema delle infrastrutture, dei trasporti e della viabilità, per valorizzare i collegamenti del Sud Ovest nella Città Metropolitana;
    · l’estensione delle infrastrutture e dei servizi di banda larga ai nostri territori, per aumentare l’attrattività per le imprese e favorire l’occupazione giovanile;
    · il rilancio delle vocazioni locali, legate al sistema dei navigli, dei Parchi, al filone agroalimentare e ai beni culturali;
    · un sistema del welfare coordinato per rispondere alla crescente domanda sociale delle fasce più fragili, sviluppando un sistema di convenzioni associate;
    · maggior efficienza delle macchine amministrative locali con la semplificazione e l’integrazione di infrastrutture, servizi e procedure.

    Solo attraverso un Consiglio di persone dedicate, vicine e attente ai problemi dei nostri territori, è possibile far uscire la CM dall’impasse in cui si trova, eliminare le inefficienze e rilanciare quei processi di sviluppo vitali per il nostro futuro.

    Diventa quindi fondamentale che le nostre Amministrazioni operino di concerto per superare la logica dei campanili, attrarre investimenti sul nostro territorio, essenziali per sostenerne lo sviluppo ed evitare che il Sud Ovest rimanga la Cenerentola della Città Metropolitana.

    Proprio per questo, domenica 9 ottobre abbiamo un motivo in più per andare a votare.

    E questi sono gli elementi chiave del Programma che, nel caso me ne venga data nuovamente l’opportunità, mi impegno personalmente a perseguire.

    Roberto Masiero
    -Candidato Civico nella lista unitaria “C+ MILANO METROPOLITANA”
    -Consigliere Metropolitano uscente e Consigliere Comunale della Lista Civica “Corsico per Masiero”.

    consigliere.masiero@comune.corsico.mi.it

  • Sono passato sulla via della Musica ed ho notato che hanno fatto un nuovo allacciamento fognario ed un allacciamento dell’acqua per il cantiere MM4….!!

    MILANO HA BISOGNO DI NOI DI BUCCINASCO…….!!!!

    Inoltre sono spuntati dei prefabbricati nel cantiere sul territorio di Milano che spero servano per il personale MM4 e che poi verranno smantellati e non lasciati lì per un eventuale campo profughi………è na roba bruttissima da vedere……

  • Marco

    Grazie Rino,
    per averci reso pubblicato l’endorsment del consigliere Roberto Masiero !
    Mi auguro che tale appello sia recepito da TUTTE le forze politiche presenti nei Consigli Comunali del Sud Ovest Milano indipendentemente dall’appartenenza politica e che ci sia un buon afflusso elettorale.
    Notavo che nelle passate elezioni del 2014 l’affluenza si è attestato al 80 %, un buon risultato considerato le ultime affluenze elettorali anche se noi cittadini ci aspetteremmo, per elezioni di secondo livello, un afflusso che rasenti la totalità degli aventi diritto. Che ne pensi ?

  • Marco, un giorno ci faranno votare… un giorno. Per ora è un dovere dei sindaci e consiglieri andare a votare, quindi mi aspetterei il 100%

  • el pret de ratanà

    Non è un buon inizio! Ed è abbastanza sintomatico.
    Il “Cavallo su cui puntava il Nostro Vicesindaco per cavalcare la fermata MM4 Roberto Masiero, è stato”silurato”!
    Non sono servite le mie perplessità sul “Personaggio” dato da me, un perdente per antonomasia, (e che fa perdere anche i suoi alleati) vedasi l’ex sindaco di Corsico, sarebbe bene lasciarlo in futuro nel “Limbo”
    Cosa succederà adesso per la già celebrata fermata nel Vostro territorio ? Senza un vero rappresentante e portavoce,che possa dialogare, e contare nell’ambito della città metropolitana?
    Una prece

    El pret de Ratanat (Monumentale della città campo 20 tomba 93 lato ovest)

  • Manuel

    Cosa è successo quindi?

  • Marco

    Buongiorno Rino,
    trascorsi ormai un po’ di giorni dall’elezione del Consiglio Metropolitano di Milano desideravo condividere con te e con i lettori del blog alcune considerazioni d carattere politco.
    Oltre ai nomi dei 14 consiglieri ora è ufficiale la nomina del vicesindaco Arianna Censi e della giunta (vedi link: http://www.affaritaliani.it/milano/citta-metropolitana-di-milano-varata-la-giunta-ecco-i-nomi-inside-di-affari-446079.html?refresh_ce)
    Le domande che ti pongo sono le seguenti:
    1) pur considerando che il candidato Roberto Masiero non è al momento tra gli eletti ma potrebbe rientrare con la surroga in quanto nel 2018 due sindaci eletti andranno al voto, come giudichi nel complesso la squadra che si è costituita ?
    2) come giudichi l’elezione a vicesindaco metropolitano di Arianna Censi ?
    3) in tema di M4 come giudichi la delega alla la Mobilità e le Reti a Siria Trezzi attuale sindaco di Cinisello Balsamo ?
    Grazie in anticipo.

  • Marco, sono tutte persone valide che conosco personalmente. Sono fiducioso che possano fare bene, anche se ritengo città metropolitana molto poco autorevole e realmente utile.

  • Marco

    Grazie Rino per le tue considerazioni.
    Documentandomi un po’ relativamente al nuovo vicesindaco metropolitano Arianna Censi mi sembra di poter affermare che segue già da diverso tempo la tematica della Mobilità e dei Trasporti (vedi link: http://ariannacensi.it/html/category/mobilita-e-trasporti/) con un occhio di riguardo ai comuni della “Grande Milano”
    Da qui la domanda: Potremmo coinvolgerla nella nostra mobilitazione a favore dell’estensione della linea M4 al Ronchetto ?
    Ora, in qualità di vicesindaco metropolitano, potrebbe secondo me darci una aiuto ancora maggiore di prima, che ne pensi ?
    Grazie.

  • certo che si Marco, però devi sempre considerare l’appartenenza partitica, non sono tutti come me che non prendo ordini da nessuno e penso solo al bene di Buccinasco, se il pd le dice no lei dirà no. Però provare non costa nulla.

  • Marco

    Mi rendo conto Rino, tu sei libero politicamente e non hai gli stessi vincoli che può avere un esponente del PD che siede peraltro in consiglio comunale di Milano.
    Se però stiamo ai contenuti la nostra mobilitazione per la M4 va esattamente nella direzione di quanto dichiarato da Arianna Censi nel suo sito web, ed inoltre mi viene da pensare che se ci riferiamo al PD il nostro attuale sindaco ne è un rappresentante e, per il bene di Buccinasco, potrebbe provare a fare un’opera di mediazione e coninvolgimento verso istituzioni così importanti.

  • Si Marco, come ho detto spesso: farò di tutto per portare al M4 a Buccinasco e nel sudovest.

  • Marco

    Buongiorno Rino,
    lunedì 7 novembre ho partecipato all’incontro che si è tenuto in zona Ronchetto relativamente all’avanzamento stato lavori M4 (vedi link di seguito indicato)
    http://www.metro4milano.it/attachments/article/417/07_11_16_Incontro%20Gelsomini_Segneri_SCristoforo_Tirana_def_web.pdf
    Erano presenti il presidente della società M4 Fabio Terragni e gli assessori del comune di Milano Cristina Tajani (commercio)e Marco Granelli (trasporti). Riporto, a beneficio dei lettori del blog, le principali informazioni/novità che sono state comunicate ai presenti.
    QUESTIONE CHIUSURA VIA MARTINELLI:
    L’assessore Granelli ha comunicato che purtroppo la riapertura di via Martinelli prevista per l’inizio di maggio 2017 slitterà a causa di ritardi generati dallo spostamento non previsto di alcuni sottoservizi. Dalla lettura delle slide pubblicate (vedi link sopra) viene indicata la riapertura della viabilità nell’estate 2017. Mia considerazione: speriamo che almeno questa previsione venga rispettata !
    QUESTIONE MIGLIORAMENTO VIABILITA’ IN ZONA:
    L’assessore Granelli ha comunicato che al di là della questione temporanea di via Martinelli c’è la volontà del Comune di Milano di razionalizzare il traffico della zona Ronchetto.
    Il progetto, udite bene, è quello di realizzare una nuova strada che permetta di collegare via Enna verso la via Chiodi. Non è stato fatto esplicitamente richiamo al progetto della Merula-Chiodi ma l’obiettivo è quello di creare una nuova via Merula più larga che, tramite la costruzione di un nuove ponte sopra i futuri binari della metropolitana, consenta di raggiungere appunto la zona di via Chiodi. In questo modo si lascerebbe questo asse per il traffico dei veicoli privati mentre l’asse di via Ludovico il Moro sarebbe maggiormente dedicato ai veicoli pubblici. L’assessore ha ribadito che si stanno studiando dei progetti realizzativi per realizzare questa nuova strada (tempo previsto un paio di anni) ma uno dei principali problemi riscontrati è quello relativo al possibile inquinamento dei terreni oggetto dell’infrastruttura.
    Mia considerazione: se il progetto andasse in porto sarebbe un cambiamento radicale per l’accesso a Milano da parte dei cittadini di Buccinasco !
    QUESTIONE ESTENSIONE M4 :
    Sia il presidente Terragni che l’assessore Granelli hanno dichiarato che sarà realizzato uno studio di fattibilità per la futura estensione ai comuni di Buccinasco ed di Corsico come da accordi intercorsi con i sindaci del territorio.
    L’assessore Granelli ha dichiarato l’utilità di tale opera specificando che i cittadini di Buccinasco e di Corsico oggi utilizzano più l’auto che il mezzo pubblico solo unicamente perché la qualità del servizio pubblico è oggi insufficiente. Ha peraltro specificato che l’iter di realizzazione di tale opera è lungo e prevede come principale ostacolo quello del finanziamento pubblico.
    Mia considerazione: ho ricordato personalmente all’assessore Granelli che tra le possibili estensioni delle linee metropolitane la tratta verso Buccinasco è quella che presenta, come indicato nel PUMS, il miglior rapporto costo-beneficio.

  • Marco

    A completamento del mio precedente post, volevo cortesemente chiedere a Rino le sue considerazioni relative alle promesse dell’assessore ai trasporti del comune di Milano Marco Granelli.
    Grazie.

  • el pret de ratanà

    Se qui valgono “l’issue” personali, io replico dicendo la mia:
    che tra le possibili estensioni delle linee metropolitane la tratta verso la nuova Vigevanese è quella che presenta, come indicato nei PUBS, il miglior rapporto costo-beneficio.
    Tutti noi abbiamo bisogno di credere in qualcosa: io credo che tra poco mi farò una birra…
    (Homer Simpson)
    El pret de Ratanà (Monumentale della città campo 20 tomba 93 lato ovest)

  • Flavio Turin

    Marco, buonasera a lei !
    Mi scriva cortesemente con qualche accenno,
    oppure sulla mia mail fturin@libero.it
    a quali conti si riferisce per
    “indicato nel PUMS, il miglior rapporto costo-beneficio”

    Intuitivamente, se non le porta via tanto tempo,
    così ho elementi quantitativi, oltre che qualitativo-descrittivi !

    Grazie !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.