Sud Ovest Milano unito per la M4 #M4SI

downloadNella partecipatissima serata di venerdì 23 settembre a Corsico, promossa e gestita dalla lista civica “Insieme per Corsico“, è emerso – finalmente – un sentimento unanime e dei dati scientifici che certificano che il prolungamento della M4 è una priorità per tutti.

Voglio tralasciare gli interventi di chi, ancora OGGI, non ha capito che la M4 E’ IN COSTRUZIONE e che il progetto c’è già, voglio tralasciare tutte le dietrologie esposte, non servono a nulla… LE BEGHE DI PARTITO NON CI INTERESSANO. Come ho detto durante il mio intervento: la storia si fa qui e adesso, i nostri figli e i nostri nipoti ci malediranno se perderemo anche questa occasione.

Presenti tutti i sindaci. Eccellente la presentazione del prof. Andrea Boitani, docente dell’Università Cattolica che, con parole e diapositive comprensibili anche da uno stupido, ha spiegato che i dati e gli studi dicono che il prolungamento della M4 nel sud ovest è la cosa più conveniente e utile da fare, UNA PRIORITA’ rispetto a tutti i prolungamenti delle metropolitane ipotizzati… è anche – paradossalmente – quello che costa meno.

E’ tempo che la politica ascolti il buon senso dei cittadini e degli studiosi, è assurdo che si preferisca “allungare” altri tratti della MM milanese prima che la M4. Bisogna soddisfare i bisogni che ci sono, non crearli per motivi politici di consenso.

Dobbiamo vigilare e combattere per questo risultato tutti insieme, senza distinzioni di colore, in ogni caso, come è stato dimostrato anche venerdì sera, il movimento civico lombardo sta facendo e FARA’ la sua parte, nei comuni del sud ovest, a Milano e in regione lombardia grazie all’opera di Silvia Fossati che ha fatto approvare all’unanimità un emendamento al PRMT (piano regionale mobilità trasporti) per le nuove fermate della M4.

Ricapitolando: i tecnici, il sindaco di Milano, il PUMS di Milano, il PGT di Milano, il PRMT della regione, MM spa e città metropolitana, dicono tutti che il prolungamento sa da fare, quindi SI DEVE FARE !

Avanti uniti, chi non ci crede stia a casa.

Rino Pruiti

26 commenti

  • Serena

    Grande Rino, grazie, grazie grazie

  • Ho un dubbio amletico…per il prolungamento della MM ad Assago tutti, ma proprio tutti, erano contrari ( Comune di Assago a parte ) e invece lo hanno fatto…….!!!

    Quì son tutti tutti tutti tutti favorevoli e costa anche pochissimo……..come andrà a finire ?

    Non è che non lo fanno perchè costa troppo poco e c’è poco da spartire….?

    Paradossalmente……ah, ah, ah…..ma dai …paradossalmente… 🙂

    Come il paradosso di Zenone e la tartaruga………

  • Sandro

    Ottimo! Come cita l’articolo del Giorno ‘per evitare che il costo elevato scoraggi la popolazione all’uso dei mezzi’ in tutta questa vicenda sarà fondamentale ottenere il biglietto integrato soprattutto per Buccinasco, che avrebbe la tariffa extraurbana per una sola fermata, a meno che questa non sia prevista in prossimità del deposito, sul territorio milanese.

  • Marco

    Ciao a tutti i lettori del blog,
    anche io ero presente all’incontro di Corsico in oggetto e, oltre a condividere quanto citato da Rino, desideravo fare due considerazioni, una di carattere politico ed una di carattere operativo.
    Dal punto di vista politico sono rimasto POSITIVAMENTE MERAVIGLIATO dal constatare che i quattro sindaci presenti (Corsico, Buccinasco, Cesano Boscone e Trezzano sul Naviglio), al di là di qualche giustificata sfumatura, si sono dimostrati TUTTI UNITI nel sostenere la richiesta di estensione della linea M4.
    Anche il sindaco di Cesano Boscone, che potrebbe oggettivamente esser più interessato ad una estensione della linea M1, ha dichiarato il proprio sostegno al progetto pur cosciente che la tratta oggi in discussione non riguarda strettamente i propri confini comunali ma potrebbe comunque generare esternalità positive anche per i cittadini di Cesano Boscone.
    Insomma, un bel passo avanti come dice Rino. Ora la sfida è quella di tenere SEMPRE VIVA l’attenzione sul tavolo di lavoro aperto con il comune di Milano (assessore Granelli), con la Regione Lombardia (Silvia Fossati presente all’incontro e Riccardo De Corato) e coinvolgere al tavolo anche la Città Metropolitana che vedrà le elezioni del nuovo Consiglio Metropolitano il prossimo 9 ottobre 2016.
    Dal punto di vista operativo i relatori ci hanno spiegato che, allo stato attuale, esistono due ipotesi di percorso come citate letteralmente nel PUMS del comune di Milano:
    IPOTESI A:
    “Estensione al comune di Corsico, utilizzando i binari del deposito” con costo investimento 27,4 m.ni di € e rapporto benifici/costo 3,14.
    IPOTESI B:
    “Estensione al comune di Corsico, costo parametrico 90M€/km” con costo investimento 132,7 m.ni di € e rapporto benifici/costo 1,59.
    Ora, mentre l’ipotesi A mi è molto chiara da comprendere ossia l’idea è quella di utilizzare i binari del costruendo deposito e prima del curvone finale realizzare un prolungamento sfruttando quella breve antenna già prevista dall’attuale progetto, l’Ipotesi B mi resta di difficile comprensione.
    In altri termini, se si realizzasse l’ipotesi B, dove materialmente potrebbero passare i binari della metropolitana ?
    In questa ipotesi si potrebbe eventualmente anche evitare di utilizzare l’attraverso del Naviglio, premesso che per il deposito tali binari saranno comunque necessari ?
    In termini ancora più generali, il realizzarsi dell’ipotesi B potrebbe anche escludere fermate sul territorio di Buccinasco ?
    Chiedo cortesemente a Rino se può aiutarci a smarcare questi dubbi.
    Grazie.

  • Marco, quando viene detto : “utilizzare glia ttuali binari”, non si intende nel deposito ma subito fuori dal deposito. Se si guarda il progetto si vede che, comunque, i binari per il proseguimento saranno già costruiti nel contesto del deposito, ovvero con uno scambio i treni potranno “scegliere” se entrare in deposito o proseguire. Nella ipotesi B si calcola almeno 1 km di ulteriori binari, interrati o fuori terra. La fermata a quel punto potrebbe essere teoricamente in qualsiasi direzione a partire dal bivio deposito/prolungamento, per questo lo studdio di fattibilità è urgentissimo e non rinviabile

  • Marco

    Grazie Rino,
    mi era chiara l’ipotesi A ossia NON CI SONO DUBBI, almeno dal mio punto di vista :-), che il costruendo deposito NON SARA’ in nessun modo modificato da qualunque progetto di estensione ma che sarebbe nel caso utilizzata, come citavo,quella breve antenna già prevista dall’attuale progetto.
    Se ho ben capito la tua risposta, l’ipotesi B sarebbe pertanto una sorta di fase “2” laddove fosse approvata la fase “1” rappresentata dalla realizzazione dell’IPOTESI A.
    Se fosse così secondo me non è corretto metterle l’una in contrapposizione con l’altra ma sarebbe più corretto fare capire che l’una può integrarsi o meno nell’altra.
    Ho capito correttamente ?

  • Si Marco… più brutalmente: se si vogliono spendere “solo” 27 milioni poi l’ipotesi è una sola, ovvero una fermata a Buccinasco appena fuori dal deposito, senza scavare, tutto fuori terra

  • Ecco il file con le slide del Professor Boitani ==> http://www.rinopruiti.it/wp-content/uploads/Boitani-M4-a-Corsico.pdf – ATTENZIONE, IL DOCUMENTO E’ UTILIZZABILE DA TERZI SOLO DOPO PRECISO NULLA OSTA

  • Marco

    Ok Rino,
    quindi detta ancora più “brutalmente” con l’IPOTESI A ci sarebbe UNA SOLA FERMATA con termine delle corse a Buccinasco/confine di Milano (vedremo dallo studio di fattibilità), mentre con l’IPOTESI B ci sarebbero ALTRE FERMATE in direzione Corsico.
    Ultimissima domanda: Se si andasse verso l’IPOTESI A siamo proprio sicuri che gli stimati 27 milioni di € non siano sufficienti a garantire un percorso interrato o è meglio attendere un conferma da parte dello studio di fattibilità ?
    Dal mio punto di vista SAREBBE PIU’ LOGICO proseguire, a prescindere dall’ipotesi, su un percorso interrato per garantire un minor impatto acustico negativo (consideriamo che in superficie esisterà già il deposito) e per lasciare comunque aperta un’ipotesi di futura estensione agli altri comuni del Sud Ovest milanese.
    Grazie.

  • Si Marco, visti i dati la cosa migliore sarebbe proseguire per altri 4 km sotto terra. I tecnici di MM ci hanno detto che per una sola fermata non conviene mai scavare, sarebbe troppo oneroso.

  • Leggo….”Nella ipotesi B si calcola almeno 1 km di ulteriori binari, interrati o fuori terra. La fermata a quel punto potrebbe essere teoricamente in qualsiasi direzione a partire dal bivio deposito/prolungamento, per questo lo studio di fattibilità è urgentissimo e non rinviabile.”

    Non è che hanno in mente di fare una fermata nell’attuale area di cantiere MM4 di fianco alla Via della Musica oltre il fosso ed in prossimità dell’Isola di Wight ?

  • Roberto, a me piacerebbe

  • Marco

    Ciao Roberto,
    vedendo il rendering della zona, mi sembra di poter affermare che esiste ancora un piccolo corridoio parallelo al deposito dove poter realizzare il prolungamento in SUPERFICIE secondo l’ipotesi A e la relativa stazione a ridosso dell’incrocio via Garibaldi/via Buccinasco.
    Viceversa ipotizzando uno spostamento della direzione verso la zona dell’ Isola di Wight mi sembra che causa presenza del lago e di alcune abitazioni (via Merula) diventa impossibile una realizzazione in superficie ma sarebbe obbligatoria una realizzazione sotterranea.

  • Ciao Marco….io mi sono guardato le carte per bene e il famoso “NASO” o “APPENDICE” che costruiscono dopo essere passati sotto il naviglio a Ronchetto che prevede due opzioni future……una che vi sia la curva in affiancamento ai binari verso il Deposito…e la soluzione 2 è proseguire dritto dritto verso il parco delle Risaie e Cascina San Marco / via Bardolino di Milano……proprio alle spalle del Cantiere di fianco alla via della Musica….!!

    Tempo fa postai un commento che non lo diceva in maniera esplicita ….ma era chiarissima l’intenzione visto il progetto che faceva il paio con altre informazioni che avevo…..!!

    Adesso pure il Vicesindaco si dice favorevole……..gatta ci cova, o ha già fatto i gattini….!!

  • Saranno bellissimi x Noi di Buccinasco… I gattini

  • Ciao Rino, ci ho pensato…..una fermata nei pressi dell’isola di Wight ma sull’attuale cantiere MM4 che è in territorio di Milano non sarebbe male….ma allora vorrebbe dire che ci si scorda definitivamente il prolungamento verso Corsico e Trezzano.

    Tra l’altro una fermata posizionata lì è comoda anche per i cittadini RESIDENTI di Assago che con un piccolo collegamento con una nuova strada avrebbero la loro VERA FERMATA DELLA METROPOLITANA…..comoda per arrivarci, biglietto urbano….frequenza corse quadruplicata……TANTA ROBA……!!

  • Roberto mi deludi… ti sei dimenticato la via Bardolino con Milano? Non passa proprio da quelle parti? 🙂

  • Non l’ho scritto per farti perdere la scommessa….. 🙂

  • Marco

    Ciao Roberto,
    premesso che relativamente all’opzione B ogni ipotesi può considerarsi allo stato attuale valida io avrei qualche dubbio sul fatto che la linea M4 possa imboccare la direzione verso Isola di Wight-via Bardolino-Cascina San Marco e provo a spiegarti di seguito il perché.
    In primo luogo tale soluzione prevederebbe, nel caso di percorso fuori terra e quindi soluzione meno costosa, un tratto totalmente nel comune di Milano e COMPLETAMENTE ALL’INTERNO DEL PARCO DELLE RISAIE con conseguente impatto ecologico negativo sull’intero ecosistema del parco che per estensione è il più grosso di tutta Milano.
    In secondo luogo prevedere fermate dove da te ipotizzate (Cascina San Marco, via Bardolino) significherebbe fare giungere la metropolitana in zone di Milano attualmente prive di decenti infrastrutture di accesso (per chi non conosce la zona stiamo parlando di zone ancora fortemente rurali seppure nel comune di Milano).
    In terzo luogo non scordiamoci che il punto di partenza dell’analisi del PUMS è l’estensione verso il comune di Corsico e pertanto risulterebbe anomalo uno spostamento della linea nella direzione Buccinasco-Assago considerando che il costo chilometrico della metropolitana è ingente (90 m.ni €/km) e quindi chi eseguirà il progetto-studio di fattibilità cercherà di razionalizzare al massimo il tracciato.
    La mia modesta opinione relativamente all’opzione B è che la soluzione più logica dovrebbe prevedere a livello interrato un percorso lungo la direttrice via Garibaldi (Buccinasco) – via Galilei (Corsico) – via Ugo Foscolo (Corsico) per giungere pertanto all’attuale stadio/cimitero del comune di Corsico per un totale di circa 2 km in linea sotterranea dal bivio del deposito.
    Potrebbero essere previste un paio di fermate, con capolinea a Corsico ma in una POSIZIONE STRATEGICA anche per noi di Buccinasco in quanto tale fermata di capolinea sarebbe nel territorio di Corsico ma facilmente raggiungibile dai residenti di Buccinasco centro (comune)m, quindi sarebbe come avere virtualmente 2 fermate.
    Che ne pensate ? Grazie.

  • Marco. Io ho fatto ipotesi minina. Intendo tutto interno a Buccinasco cin attestazione davanti attuali orti sulla via costituzione. Tutto si puo’ fare ma dipende da studi e disponibilita’ di fondi.

  • Marco

    Concordo con te Rino, diciamo che la tua ipotesi minima potrebbe di fatto coincidere con l’ ipotesi A del PUMS considerando che in questo caso non ci sarebbe significativi spostamenti chilometrici dal bivio “deposito/prolungamento” ma si tratterebbe di qualche centinaia di metri.
    La mia ipotesi era invece relativa all’ipotesi B del PUMS dove analizzando l’impatto stimato dei costi (132,7 m.ni di €) e dividendo per il costo parametrico (90 m.ni di €/km) risulterebbero finanziati circa 1,4 km. di percorso.

  • Ciao Marco…io ho risposto ad una nuova ipotesi….tu sei fermo al pregresso e comunque devi ricordarti la “storia” del progetto MM4 che parte con l’ipotesi del Deposito sul terrirorio di Buccinasco al confine con Trezzano….ipotesi caduta e quindi Milano ha deciso da sola…..e farà altrettanto sul proprio territorio per l’eventuale fermata al proprio confine con Buccinasco……e Buccinasco e Corsico hanno perso la metropolitana anni fa…non accettando di fare il Deposito sul loro territorio….!!

    L’ipotesi B che dici tu è una chimera….un semplice progetto e studio di fattibilità…..STOP.

    NON CI SONO I SOLDI per fare il prolungamento….non sono stati stanziati…FINE DEI SOGNI.

    Per bene che ci vada a NOI DI BUCCINASCO faranno la Fermata MM4 in corrispondenza del Deposito di Ronchetto o nell’attuale area di cantiere di fianco alla Via della Musica……che sono due aree sul territorio di Milano….e su Milano fa e disfa Milano…..noi possiamo solo stare a guardare……

  • Marco

    Ciao Roberto,
    i fatti da te citati corrispondono come giustamente dicevi alla “storia” passata della linea M4. Ora la musica è cambiata, è necessario fare un passo in avanti e capire che NOI OGGI abbiamo la concreta possibilità di FARE LA STORIA del SUD OVEST di MILANO.
     Capitolo IPOTESI B: Questa ipotesi è scritta nero su bianco nel PUMS con tanto di costo stimato 132,7 m.ni di € e rapporto benefici/costo 1,59. Ciò significa che sotto questa riga del PUMS c’è uno STUDIO TECNICO SCIENTIFICO che dovrà essere approfondito nel futuro studio di fattibilità e che dovrebbe prevedere , stando alla cifra di costo esposta, un prolungamento di circa 1,4 km. Allo stato attuale tutte le ipotesi, anche quelle più fantasiose, possono essere valide. Io ho espresso la mia ipotesi (che ritengo abbastanza logica) ma potremo capire solo tra 4 mesi il reale tracciato ipotizzato.
     Capitolo SOLDI: Non sono d’accordo sul fatto che non ci siano possibilità di finanziamento. Ti fornisco 2 cifre. E’ stato appena inserito nel Patto per Milano firmato con il Governo il prolungamento della M1 a Baggio con costo di 191,7 m.ni di € e rapporto benefici/costi 1,55 e ed è stato da poco finanziata l’ultima tranche del prolungamento della M1 a Monza Bettola con costo complessivo di 402,8 m.ni di € e rapporto benifici/costi 0,69. In questo caso come si diceva nell’incontro di Corsico è indispensabile fare “massa critica” tra i 4 comuni del Sud Ovest ed imbastire il tavolo di lavoro con Comune di Milano-Città Metropolitana-Regione Lombardia-Governo.

  • Marco, tue parole saranno scolpite sulla prima pietra del prolungamento M4 😉

  • Marco

    Grazie Rino per la stima ! 🙂

    … ma, ad onor del vero, se ci sarà una prima pietra del prolungamento della linea M4 dobbiamo riconoscere che sei stato il PRIMO politico-cittadino locale a credere ed a lavorare in questo progetto !
    A tale proposito, non so quale saranno le tue scelte politiche per il 2017 ma qualunque esse siano ti chiederemo di continuare a seguire questo obiettivo come hai fatto fino ad ora.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.