#Buccinasco: facciamo chiarezza sui grillini e sul “controllo di vicinato”

pinocchiettoAver modificato l’intento di un gruppo facebook trasformandolo in strumento di opposizione e strumentalizzazione politica non era abbastanza. Ora i grillini locali provano a far passare le iniziative dell’amministrazione come tentativi di sabotare progetti destinati alla sicurezza dei cittadini.

È necessario chiarire, ancora una volta, che le informazioni date dai grillini sono nuovamente da smentire per poter informare correttamente i cittadini che non devono essere influenzati da comunicazioni manipolate ad hoc per metterci in cattiva luce.

I fatti: già da tempo ho effettuato privatamente l’iscrizione al sito del Controllo del vicinato, così come esplicitamente chiarito nel regolamento dello stesso. Non ho, al contrario dei grillini, approfittato dei loro loghi e utilizzato il nome dell’associazione nazionale per promuovere l’iniziativa che, come già spiegato anche sulle pagine dei quotidiani clicca QUI, ho appoggiato da subito, mettendomi a disposizione per il buon funzionamento della stessa.

Ero in attesa, così come da regolamento, di essere contattato dall’associazione per prendere accordi al fine di organizzare al meglio l’iniziativa e mi è stato riferito che l’associazione lavora ESCLUSIVAMENTE in accordo con le amministrazioni comunali e con le forze dell’ordine e non appoggiando iniziative di privati cittadini.

Ho, insomma, seguito il percorso dettato dall’associazione, e non da me, per fare in modo che l’iniziativa potesse prendere piede nel modo più giusto all’interno del nostro Comune, garantendo il rispetto delle leggi e la privacy di tutti. A noi non interessa la propaganda politica.

Ribadisco, come già espresso in più sedi, la totale disponibilità a promuovere e rendere fattibile l’iniziativa ideata dall’associazione nazionale, rispettando l’iter da loro prescritto. Se rispettare le regole significa, per i grillini, sabotare, abbiamo due concetti molto distanti e dovrebbe far riflettere i cittadini che meritano, al contrario, trasparenza e correttezza.

Rino Pruiti
Vice del Sindaco & Assessore
Buccinasco MI
Città Metropolitana

14 commenti

  • Pingback: #Buccinasco: facciamo chiarezza sui grillini e sul “controllo di vicinato” - Rino Pruiti [il blog] Buccinasco - Webpedia

  • Antonietta P.

    che tristezza!!! veramente imbarazzante questo nuovo che avanza!

  • Mica tanto nuovo Antonietta 😉

  • Rino, non credo che per screditare i grillini a livello locale si debbano per forza pubblicare i commenti come quello di fcoraz quì sopra…..!!

    Anzi, credo che siano un danno perché ci sono persone che apprezzano il M5Stelle a livello nazionale ma che a livello locale magari non li voterebbero mai…….

  • ROBERTO DM, può essere anche vero, ma rispetto a certi blog spazzatura locali qui siamo a “oxford”

  • Ritengo i grillini dei personaggi geniali sia a livello nazionale che in quelli locali, come dimostrano molte produzioni culturali pentastellate come quella di cui sopra.

  • Marco

    Ciao Rino,
    dalle cronache locali di questi giorni mi sembra di capire che l’esperienza dei gruppi di “Controllo del Vicinato” nel contesto di Buccinasco stia funzionando decisamente bene (vedi link http://www.ilgiorno.it/sud-milano/buccinasco-ladri-ronde-1.1193071).
    Personalmente non conosco il servizio nel dettaglio ma ritengo che si possano sviluppare delle interessanti sinergie con l’Amministrazione Comunale. Ad esempio sarebbe bello installare nei vari quartieri di Buccinasco i cartelli con il logo dei gruppi di “Controllo del Vicinato” e ritengo che gli stessi possano essere dei validi deterrenti nei confronti dei malintenzionati. Che ne pensi ? Mi sembra un’iniziativa fattibile velocemente e con costi ridotti. A volte le soluzioni che sembrano le più banali, sono quelle che si rivelano più proficue. Grazie.

  • Marco, si ogni cittadino è libero di organizzarsi come crede, se però si rappresentano le istituzioni e quindi si devono seguire regole molto severe, le cose cambiano. La nostra intenzione è quella di collaborare direttamente con l’associazione nazionale http://controllodelvicinato.it/ , avvalendoci di pubblici ufficiali della nostra Polizia Locale, chiedendo collaborazione alle forze dell’ordine, non lasciando quindi alla discrezionalità e all’iniziativa dei grillini locali queste cose delicatissime, anche perchè ci sono leggi sulla privacy e sull’esercizio della “vigilanza pubblica” che non permettono atteggiamenti deviati. Quindi ben venga chi vuole collaborare con noi, escluderei che noi si aderisca a iniziative politiche o a situazioni che non possiamo condividere.

  • Marco

    Guarda Rino, io non ne faccio una questione politica anche perché come tu giustamente dicevi l’obiettivo è quello di avere tante sentinelle sul territorio che possano innescare chi istituzionalmente deve intervenire.
    Andando proprio sul sito nazionale ho potuto constatare che tanti Comuni (dal prefetto di Roma a città dell’hinterland milanese) stanno sponsorizzando e sostenendo l’iniziativa dei gruppi di “Controllo del Vicinato” immagino rispettando le leggi sulla privacy e quelle sull’ esercizio della “vigilanza pubblica”.
    Posso condividere quindo l’idea di collaborare con l’associazione nazionale ma concretamente i cittadini vogliono vedere passi tangibili, azioni concrete, perché il tema della sicurezza è trasversale e chiaramente non può essere una bandiera sola sventolata dai grillini locali.

  • Ovvio Marco, ma noi siamo lo Stato e possiamo agire solo centro le regole per quanto ci compete. I grillini possono fare quello che più gli pare. Molte cose che si fanno sull’argomento sicurezza non si dicono e non si devono sapere. Mi piace la partecipazione dei cittadini, basta che si rispettino le leggi.

  • Marco

    Scusa Rino, io sono d’accordo che i cittadini debbano rispettare le leggi , ci mancherebbe … ma se in diversi comuni italiani stanno comparendo i cartelli con il logo dei gruppi di “Controllo del Vicinato” penso che si fornisca un segnale forte ai malintenzionati e penso che apporre questi cartelli non sia contro la normativa vigente. Se poi il controllo del territorio si esercita oltre che con le sentinelle anche con il supporto dei pubblici ufficiali della nostra Polizia Locale, meglio mi sento .. il segnale sarà ancora più forte. Non credi ?

  • Marco, mi spiego meglio: Si a controllo di vicinato Comune + Associazione + Cittadini + Carabinieri. NO (per noi) a iniziativa grillini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.