Corsico : una fiaccolata contro la mafia per ricordare Pietro Sanua e chiedere giustizia

Pietro_Sauna

Pietro_Sauna

Corsico Italia – Sono passati ormai 18 anni da quella maledetta mattina del 4 febbraio 1995 quando alle 5.30 , a Corsico, Pietro Sanua fu assassinato in un agguato mafioso da due killer. Dirigente dell’Anva, categoria della Confesercenti di Milano, Pietro Sanua era l’unico che prima e durante tangetopoli si opponeva ai continui favoritismi dei dirigenti della ripartizione commercio del Comune di Milano, che assegnavano posteggi, chioschi e vendite straordinarie di fiori ai soliti noti…

Un uomo coraggioso, onesto, ammazzato con due colpi di lupara in faccia perchè si opponeva alle ingiustizie e al malaffare dilagante.

Il figlio Lorenzo, che era con lui al momento dell’agguato mortale in via Di Vittorio a Corsico, ricorda molto bene i fatti, ma ci sono voluti quindici anni perché qualcuno riconoscesse Lorenzo come familiare di vittima di mafia. Succede il venti marzo 2010, grazie all’associazione antimafia Libera.

Chi ha ucciso Pietro Sanua e perché? Il delitto non ha ancora oggi dei colpevoli. Per non dimenticare e mantenere viva l’attenzione delle istituzioni, l’associazione Libera e l’Amministrazione comunale di Corsico organizzano una fiaccolata che partirà alle ore 21 di lunedì prossimo da piazza Giovanni XXIII, a pochi passi da dove avvenne l’omicidio.

Rino Pruiti
Vice – Sindaco
Buccinasco MI
www.rinopruiti.it

6 commenti

Rispondi