ASSAGO : «BILANCIO IN PARI, IL PREFETTO CHIARISCA»

Assago –  I cinque consiglieri comunali di opposizione Domenico Raimondo , Emilio Duminuco , Donato Santobuono , Valeria Corbisiero e Pier Paolo Montagna non sembrano essere stati persuasi dalle spiegazioni del sindaco Graziano Musella (PDL) sulle operazioni economiche che hanno permesso il rispetto del patto di stabilità  ed hanno scritto al Prefetto Gian Valerio Lombardi in cerca di chiarimenti.

Sotto la lente il bonifico da 514mila euro effettuato dalla società  Tecno 80 il 30 dicembre per l’acquisto di tre cappelle gentilizie al cimitero: la richiesta è stata respinta dal responsabile dell’area Edilizia pubblica Andrea Longoni per carenza di requisiti e la somma è stata così restituita il 10 gennaio.

Ma l’incomprensibile richiesta di Tecno 80 (che intendeva fare l’acquisto a scopo di investimento, cosa proibita dal regolamento) potrebbe aver permesso di ascrivere i 514mila euro al bilancio 2011 contribuendo al raggiungimento del pareggio.

Articolo pubblicato il 17/02/12
Settegiorni settimanale
Tutti i diritti riservati

3 commenti

  • Roberto

    Il diavolo fa le pentole, ma non i coperchi !

  • Pensa Roberto che ci state governando assieme …

  • anonimo

    A proposito di Assago il Corsera di oggi nella cronaca di Milano riporta ben due lettere di cittadini riferite alla METROPOLITANA.
    La prima lettera è di Cinzia Manuto che lamenta il non funzionamento dell’ascensore e lei è quindi “costretta” ,avendo una bambina piccola in passeggino, a trasgredire uscendo dalle uscite di sicureza al pian terreno.
    Dice che ATM sta aspettando l’autorizzazione ministeriale per gli ascensori e siamo ad un anno dall’inaugurazione.

    La seconda lettera è di Giulio Santamaria e dato che è breve la riporto.
    Titolo: Stazione mal costruita.
    Riguardo all’articolo sulla fermata di Assago,è offensivo dire che chi entra per le porte antipanico è un trasgressore che non paga il biglietto.Io timbro ogni giorno il biglietto settimanale interurbano sulla 321 che mi porta alla metro,ma entro ed esco dall’ingresso antipanico per risparmiare tempo.E così molti altri passeggeri.La stazione è stata costruita orribilmente,con due rampe(di scale scivolose) per salire e due per scendere per trovarsi dall’altra parte di un muro,le frequenze dei treni sono pessime,come quelle degli autobus.Per non perdere gli uni o gli altri si è costretti a questa “trasgressione” ma non siamo dei manigoldi.
    Fine.

    Mi sembra di aver gia sentito questi discorsi ben prima dell’inaugurazione di un anno fa ….o no ?
    Buon compleanno MM di Assago,speriamo che crescerai in fretta…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.