Buccinasco: L’ex-assessore all’Ambiente contro i maggiori costi, AUMENTI E POLEMICHE PER LA TASSA RIFIUTI

BUCCINASCO – Aumenta la tassa per i rifiuti (Tarsu) e dall’opposizione si punta il dito contro l’Amministrazione comunale. «Era prevedibile – ha dichiarato il consigliere Rino Pruiti dei Verdi – era solo questione di tempo. Quando si sprecano i soldi pubblici senza aumentare le entrate finisce sempre così. La Giunta Cereda, dopo aver sprecato le risorse comunali per due anni e mezzo, adesso mette le mani in tasca ai cittadini aumentando di circa il 30 per cento la Tarsu del 2010.

Negli anni della Giunta di centrosinistra, dal giugno 2002 al maggio 2007, ho avuto il ruolo di assessore all’Ambiente, abbiamo rivoluzionato il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, rifatto l’appalto, costruito una nuova piattaforma ecologica.

Facendo i salti mortali siamo riusciti a migliorare il servizio, raddoppiare la raccolta differenziata, senza aumentare di un solo centesimo le tasse per le famiglie, in particolare la Tarsu ferma al 1999, cioè con tariffe ferme a prima dell’entrata in vigore dell’euro.

Non fu facile, c’è voluto molto lavoro con i fornitori, con gli impianti di smaltimento e molta sensibilizzazione della cittadinanza perchè incrementasse le quote di rifiuti differenziati».

Ora invece, secondo Pruiti, i cittadini sono rimasti virtuosi sul conferimento dei rifiuti, ma il Comune aumenta le tasse per le famiglie.

Articolo pubblicato il 04/01/10 Gazzetta del Sud Milano

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.